Enrico Lupi danni maltempo ottobre

“Cercheremo di supportare le imprese anche attraverso creazione di sportelli presso tutte le associazioni di categoria e creeremmo ‘pressione’ per poter destinare risorse alle imprese danneggiate“. Si esprime in questo modo il presidente della Camera di Commercio Riviere di Liguria Enrico Lupi.

L’ente camerale si è da subito messo al lavoro per portare supporto alle imprese che, ancora una volta, hanno purtroppo dovuto fare i conti con ingenti danni causati dal maltempo.

Ieri mattina una riunione con tutti i rappresentanti delle categorie proprio alla Camera di Commercio Imperia: “Abbiamo aperto immediatamente un tavolo di confronto con tutte le associazioni di categoria e i consiglieri camerali. Molte proposte e molte idee –dice Lupi. Nella giornata di lunedì sono poi stato a Cuneo per un’interlocuzione con il presidente della Camera di Commercio per creare un tavolo a tre gambe con le camere Riviere di Liguria, Cuneo e Nizza. Il problema strutturale fortissimo è che non vi è più osmosi tra le province di Imperia, Cuneo e il dipartimento delle Alpi Marittime. Noi abbiamo bisogno della circolazione delle persone e dei beni per poter fare operosità e business.

Ne abbiamo parlato con il presidente della regione Piemonte, ne parleremo in questi giorni con Toti e con Estrosi. Siamo sul pezzo e cercheremo di dare risposte nel più breve tempo possibile”.

Sulla nuova batosta che ha colpito gran parte dell’entroterra e delle sue aziende: “È difficilissimo non per l’attrattività perché abbiamo imprenditori molto bravi, ma per il problema delle infrastrutture. Dobbiamo andare a fare ‘pressione’ sulla politica. Ricordo l’Armo-Cantarana sulla quale stiamo insistendo molto, il Tenda che purtroppo è crollato e anche il trasporto ferroviario perché a oggi solamente il treno permette di collegare provincia di Imperia e Cuneo. Si tratta di un problema che era già stato evidenziato, ma che ora diventa estremamente attuale”.