L’11 marzo del 1855, molti erano i fedeli riuniti per la preghiera nella chiesa dei Santi Apostoli Giacomo e Filippo di Taggia. Improvvisamente, la statua in gesso della Madonna, donata dallo scultore tabiese Salvatore Revelli, volse gli occhi al cielo. Un miracolo che si ripeté nei giorni successivi e che non diede alcun dubbio.

Ma per accertare il prodigio fu indetto il processo canonico che si concluse con l’autenticazione del miracolo.

Da allora la Madonna Miracolosa è patrona della città di Taggia.

Ogni 11 marzo viene onorata e e festeggiata portando per le vie della città, fino al Santuario, una replica della statua.

Don Vincenzo Avocadi, parroco della Chiesa dei Santi Apostoli Giacomo e Filippo, racconta a Riviera Time la storia della Madonna Miracolosa.