Grazie ad un regolamento del 2013 fissato dall’Unione Europea, è stato assolto il pescatore sanremese accusato di aver pescato il rinomato gambero rosso in acque territoriali francesi.

Il regolamento comunitario, infatti, istituisce il principio di libera pesca in tutte le acque dell’Ue, con la possibilità di introdurre alcune limitazioni per i Paesi confinanti. La Francia non ha, però, mai richiesto tali limitazioni ed è stato questo il perno sul quale l’avvocato Pier Mario Telmon ha costruito la difesa del pescatore sanremese raggiunto da due decreti penali di condanna del valore di duemila euro ciascuno per aver pescato illegalmente oltreconfine nel 2014.

Con questa assoluzione l’Italia vince la ‘battaglia del gambero rosso’, disputa che ha tenuto banco per anni e che molto ha fatto discutere i pescatori del Ponente.