Aumentano le imprese ‘rosa’ in Liguria.  I dati sono stati rilasciati dalla Unioncamere Liguria e piazzano Imperia al terzo posto con +12 imprese negli ultimi sei anni.

Ad Imperia le donne gestiscono 5.384 imprese (-0,3% rispetto il 2016),  che si concentrano nelle attività commerciali con un 27% (del totale, -1,2%) in quelle agricole 24% (-1,6%) e nelle attività di alloggio e ristorazione con un 13% registrando un +1,5% rispetto al 2016.

I dati indicano che nel terzo trimestre del 2017 le imprese femminili attive nella nostra regione sono state 31.496, lo 0,1% in più rispetto al 2016. Il saldo positivo, 110 unità, risulta quasi triplo rispetto al 2016, con un andamento in costante crescita dal 2013.

Gli addetti delle imprese femminili nella nostra regione (riferiti al 2° trimestre 2017) ammontano a 77.581 unità (+3,4% rispetto allo stesso periodo del 2016) e rappresentano il 17% del totale degli addetti. Da rilevare l‘aumento del 12,6% nelle attività turistiche e del 4,8% nelle altre attività di servizi (in prevalenza collegate ai servizi di parrucchieri e trattamenti estetici). Rispetto all’anno scorso, il saldo tra iscrizioni e cessazioni di imprese femminili è migliorato in tutte le province liguri a eccezione della Spezia, dove si è dimezzato.

Dall’analisi dell’incidenza sul totale delle imprese, si rileva che il peso delle imprese ‘rosa’ si è stabilizzato negli ultimi 3 anni da levante a ponente: La Spezia registra l’incidenza più alta (quasi il 26% sul totale delle imprese), seguita da Savona (25%), Imperia (23%) e per ultima Genova (20%).

Articolo precedenteCinque domande su Rivieracqua: risponde il segretario CGIL Imperia Fellegara
Articolo successivoImperia, rottura tubo dell’acquedotto a Borgo Prino