“Accogliamo la notizia della nostra espulsione da Fratelli d’Italia senza sconvolgimento alcuno, anzi con la serenitĂ  e il sollievo di chi sa di essere dalla parte giusta e a tutela della coerenza che dovrebbe caratterizzare l’azione politica del Partito in cui abbiamo creduto”. A dirlo Casano, Giribaldi e Serafini, i quali nei giorni scorsi si sono dimessi dal partito in contrasto con la candidatura di Luca Lanteri.

“I vertici regionali di Fratelli d’Italia, che si permettono dichiarazioni insensate quanto offensive al mio indirizzo, hanno dimostrato di non aver alcun interesse per Imperia”, prosegue Casano, che aggiunge: “Vedere ieri certe persone arrampicarsi sugli specchi per difendere la candidatura di Lanteri, fingendo di parlare di rinnovamento della politica cittadina, è stato semplicemente ridicolo”.

“Siamo di fronte ad un’operazione di palazzo decisa altrove, sì basata su attriti personali che non riguardano i cittadini che non trova alcun radicamento in cittĂ  se non negli interessi di pochi noti. Di fronte ad un comportamento inadeguato ed offensivo da parte dei vertici regionali del Partito, ai quali dovrĂ  essere chiesto il conto della spaccatura interna al Partito e del conseguente risultato elettorale, la nostra decisione non può che essere irrevocabile. Ogni futuro ed eventuale impegno nella politica cittadina – conclude il consigliere comunale – verrĂ  preso in assoluta libertĂ  e indipendenza.”

Articolo precedenteZona franca urbana: ecco come partecipare ai bandi attuativi
Articolo successivoFondi Alcotra, riunione a Dolceacqua tra Val Nervia e Valle Arroscia. Alessandri: “Bisogna fare squadra”