Andrea Landolfi, consigliere comunale di Imperia, è stato ospite nei nostri studi.

Questa è la sua prima esperienza in amministrazione. “Avevo l’ambizione – commenta – di sedere in consiglio comunale e sono riuscito a raggiungere questo obiettivo. Di questi primi mesi di amministrazione il bilancio è più che positivo, un’esperienza soddisfacente.”

Sulla figura del sindaco Claudio Scajola, Landolfi, commenta: “Un politico di alto profilo. Nei prossimi cinque anni impareremo molto sotto l’aspetto politico, culturale e amministrativo.”

Landolfi presiede la commissione sul bilancio, tema spinoso nel comune capoluogo le cui casse piangono debiti fuori bilancio di circa 11 milioni. Qualche settimana dopo l’insediamento della nuova amministrazione, il Comune ha ricevuto l’ennesimo richiamo della Corte dei Conti.

“Questo è il quarto richiamo. Nella nota si legge che ‘sono stati accertati squilibri economico finanziari nella gestione del Comune di Imperia, nonché la violazione di norme finalizzate a garantirne la regolarità. Si deve concludere che le risultanze finanziare contenute nella proposta di rendiconto per l’esercizio 2017 non sono veritiere e attendibili.’ Parole complesse per dire che la situazione è tragica e lo era già in tempi remoti,” spiega Landolfi.

“Abbiamo ritenuto, quindi, opportuno avvalerci si un super consulente, il dott. Marco Rossi. Insieme al sindaco Scajola e all’assessore Fabrizia Giribaldi hanno studiato un piano di risanamento che prevede delle modifiche sostanziali al bilancio e per i prossimi 10 anni andremo a coprire questo debito accantonando una cifra adeguata ogni anno,” continua.

“Questa situazione critica non deve arenare la Giunta e l’amministrazione, anzi. Deve essere uno stimolo per trovare idee nuove, costruttive e da realizzare con budget limitati. Imperia deve tornare a splendere recuperando quello che in questi anni le è stato sottratto. Non bloccheremo la città,” conclude Landolfi.

Nell’intervista il consigliere comunale ha anche risposto alle critiche dell’opposizione su alcune spese effettuate dal Comune.