Terminata la notte di allerta rossa su gran parte della Liguria, è il momento di fare la conta dei danni.

La zona più colpita dalle piogge è stata il Ponente ligure, in particolare Ventimiglia dove il Roja è esondato in più punti, Vessalico, dove la piena del torrente Arroscia ha causato il crollo del ponte Manfredi, Montalto, isolata per il crollo di 50 metri di strada verso Badalucco. Danni anche a Triora e Molini di Triora, dove la viabilità è interrotta in più punti, e a Mendatica, dove è crollato il ponte su rio Beneito lungo la strada Provinciale 3.

Fortunatamente nessuna persona risulta ferita o dispersa e la Prefettura di Imperia ha anche smentito la notizia di alcuni migranti trascinati nel Roja.

Per quanto riguarda la città di Sanremo: “Rispetto a quanto purtroppo accaduto in tante zone attorno a noi, nel complesso non abbiamo avuto grosse criticità – spiega il sindaco Alberto Biancheri, che al momento si trova al COC. – L’intervento più importante, ancora in corso, è a Borello, dove detriti di ogni tipo hanno ostruito gli accessi e isolato alcune famiglie. Le nostre squadre e una ditta incaricata sono già sul posto. A Ventimiglia situazione difficilissima. Poco il fa il sindaco Scullino mi ha chiamato per chiedere aiuto. Due nostre squadre di Rangers e Volontari le stiamo già inviando nella città di confine”.

“Stiamo valutando il danno – dichiara invece il sindaco di Dolceacqua Fulvio Gazzola. “Ancora una volta emerge la necessità di dragare i fiumi. Questa estate abbiamo fatto un intervento di oltre 15.000 euro (di cui oltre la metà con fondi comunali perché quelli regionali erano insufficienti) per togliere il materiale sovralluvionale tra i due ponti, altrimenti avremmo sicuramente subito un allagamento del centro storico. È bastata solo la pioggia di ieri per ripresentare una situazione di pericolo”.

Il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti comunica che: “Sul resto della Liguria la perturbazione è transitata rapidamente, provocando allagamenti diffusi e smottamenti ma con danni limitati. La nostra Protezione Civile è già in campo per intervenire nelle zone più critiche. In tutta la Regione risultano circa 20 mila utenze elettriche fuori servizio, che dovrebbe essere ripristinate nel pomeriggio. Alle 12.30 in diretta qui sulla mia pagina Facebook vi daremo maggiori dettagli e aggiornamenti. Intanto manteniamo alta la guardia, l’allerta non è ancora cessata: massima prudenza”.

Per quanto riguarda le condizioni meteo, l’Arpal scrive che: “Nelle ultime ore la struttura temporalesca stazionaria che aveva insistito per tutta la serata sul Ponente ha perso d’intensità per effetto dell’attenuazione del flusso umido meridionale e il contestuale sopraggiungere del fronte freddo dalla Francia. Sospinto da tale fronte il sistema si è evoluto in una linea temporalesca che ha spazzato velocemente l’intera regione da Ponente a Levante fino a raggiungere la Toscana facendo registrare piogge tra deboli e moderate”.