L’ospite di oggi dell’intervista di Riviera Time è Vittorio Ingenito, sindaco del Comune di Bordighera.

A 100 giorni dalla vittoria alle elezioni, il primo cittadino fa un primo bilancio sull’amministrazione: “Bilancio più che positivo, grandi soddisfazioni. La vittoria è costata fatica ma ha dato tanto entusiasmo, lo stesso che abbiamo per portare avanti i nostri progetti”.

L’intervento più importante portato avanti dalla nuova amministrazione è stata la decisione di stornare i fondi destinati alla riqualificazione della piazza davanti alla stazione di Bordighera e Corso Italia: “Abbiamo destinato le risorse ad interventi che non erano più prorogabili e urgenti, quali quelli sulla riqualificazione urbana, scuole e palestre”.

Questa scelta ha destato le critiche dell’opposizione che ritiene che la decisione dell’amministrazione voglia distruggere quanto fatto precedentemente: “Se il resto della città fosse in ordine e senza problemi allora questo intervento sarebbe rientrato nelle priorità, al momento non è così. Non lo abbiamo buttato e dimenticato ma lo riprenderemo in mano dopo aver fatto gli interventi urgenti”.

Per quanto riguarda l’introduzione della tassa di soggiorno del 2019 il primo cittadino afferma: “Dobbiamo programmare su base annuale non dividendo estate e inverno. L’imposta di soggiorno è uno strumento che aiuterà per la programmazione, se usata nel giusto modo”.

Il consigliere di opposizione Giuseppe Trucchi ai nostri microfoni aveva dichiarato che l’introduzione della tassa di soggiorno avrebbe gravato sulle tasche dei turisti in situazioni di difficoltà: “Io non la vedo in questi termini. Con gli investimenti che stiamo attuando daremo un’immagine diversa alla città. Il problema non è per i turisti che ormai sono abituati all’imposta, il problema è trovare un sistema efficace di riscossione per poterla versare in maniera semplice”.

Il 2019 sarà un anno importante per la Città delle Palme che attende ad aprile l’arrivo di un prestigioso quadro di Monet. Si sta lavorando per la riapertura della Villa Regina Margherita che dovrebbe ospitare l’opera. Ci sono una serie interventi da fare, in primis la messa in sicurezza della Villa: “Il muro potrà essere rifatto non in tempi brevi. L’arrivo della tela è un evento che vede coinvolte molte organizzazioni perché stiamo cercando di coinvolgere tutta la città, in concorso anche con Dolceacqua e il sindaco Gazzola, creando un evento di portata internazionale. Siamo pronti a questa sfida che rilancerà la Villa e tutta la città di Bordighera”.