differenziata riva ligure

Rifiuti, ancora problemi sul fronte della raccolta differenziata.

In una lettera inviata all’amministrazione comunale e alla Teknoservice, Confcommercio Imprese per l’Italia di Imperia ha segnalato il grave disguido che che si è verificato in città per il mancato ritiro dei mastelli della raccolta porta a porta nelle principali strade di Imperia.

Ritiro che sta causando non solo disagio per gli esercizi commerciali ma anche un inqualificabile problema di decoro urbano.

Nella missiva al Comune e alla società che si occupa del porta a porta Confcommercio chiede: “di ripristinare immediatamente il servizio nelle fasce orarie prestabilite o, nel caso di variazioni, di comunicarlo immediatamente. Per il futuro chiediamo di inviare comunicazioni relative a spostamenti, mancati passaggi o cambi orari con il congruo preavviso per poter inviare comunicazione preventiva a tutti gli associati”.

La questione ha sollevato un coro di proteste.

“Nonostante la buona volontà dei commercianti – osserva Enrico Calvi, presidente della Fipe, la Federazione Pubblici Esercizi – il servizio non decolla e non per colpa nostra. Il servizio messo in piedi dal Comune è gestito malissimo. Non funziona ed è sotto gli occhi di tutti. Fino ad oggi abbiamo ricevuto solo promesse ma le criticità della raccolta porta a porta sono aumentate. La città è invasa dalla spazzatura. Ora il problema non riguarda più la differenziata ma piuttosto l’igiene pubblica. Una cosa inaccettabile. Occorrono provvedimenti. E al più presto”.

Articolo precedenteSanremo, baseball: giornata sottotono per le ragazze della squadra matuziana quella di sabato scorso
Articolo successivoSport: la Maurina volley porta a casa 3 punti contro l’Acli Santa Sabina