Una metropolitana leggera a Imperia. √ą la proposta lanciata da Potere al Popolo, che s’inserisce all’interno di¬†un¬†piano pi√Ļ complesso della mobilit√† per la citt√†.

La rete sarebbe composta da una percorribilit√† ‚Äúorizzontale‚ÄĚ (est-ovest) lungo la costa, ed una ‚Äúverticale‚ÄĚ verso l‚Äô immediato entroterra.¬†Quella¬†orizzontale¬†prevede nel progetto illustrato la creazione della¬†pista ciclabile¬†fra Borgo Prino e la Galeazza sul fronte mare e l‚Äôutilizzo dello storico sedime ferroviario fra il passaggio a livello del Prino e l‚Äô uscita Ovest della galleria di Capo Berta per una¬†Metropolitana ‚Äúleggera‚Ä̬†gomma-rotaia.

Quella verticale prevede invece la realizzazione di percorsi ciclabili e di navette intermodali con la percorrenza orizzontale, prevalentemente lungo le aste pianeggianti dei torrenti Prino, Caramagna e Impero.

Gli obiettivi del piano sono l’abbattimento¬†dei tempi di percorrenza e degli inquinanti, la riduzione della incidentalit√† urbana e un maggiore decoro. Per fare ci√≤, il partito che sostiene a Imperia la candidata sindaco Maria Sepe propone la creazione di parcheggi periferici, riservando quelli centrali ai residenti e alle categorie svantaggiate, la pedonalizzazione dei centri storici e una mobilit√† collettiva ed individuale sostenibile, efficace, puntuale.

Infine, Potere al Popolo ha sottolineato come sia necessaria “una politica tariffaria popolare¬†che renda assolutamente competitivo il trasporto pubblico”.

Articolo precedenteGiorgia Meloni a Imperia, Casano attacca: “Presenza inopportuna, sa su cosa sta mettendo la faccia?”
Articolo successivoVentimiglia, le Fiamme Gialle fermano un corriere della droga e un latitante evaso dai domiciliari