Nazzareno e Ileana, i coniugi che nel 1998 hanno dato vita alla Casa Famiglia Pollicino,  ieri sera sono stati nominati ‘Messaggeri di Pace dell’Unicef’ “per la grande opera di tutela dei bambini più deboli e fragili”.

La Casa Famiglia Pollicino dei coniugi Coppola è stata anche nominata “Comunità amica dei bambini”, una novità per UNICEF, un onore che solitamente è riservato a Scuole e Città. Ieri per la prima volta questa benemerenza è stata assegnata a una comunità, per l’intenso impegno nelle attività di coinvolgimento e i laboratori che Casa Famiglia Pollicino organizza, tra i quali spicca la sala Musicale Noi, gestita dall’APF.

La Casa Famiglia Pollicino da 20 anni opera sul territorio Imperiese assicurando accoglienza a bambini e ragazzi, circa 80, che in questi anni, per vari motivi, si sono trovati a vivere temporaneamente allontanati dalla famiglia d’origine. Contesto della nomina è stato il concerto “La voce dell’affido – Testimonianze e Musica” tenutosi ieri sera all’Auditorium della Camera di Commercio di Imperia.

L’evento è stato organizzato da A.p.F ONLUS Associazione Progetto Famiglia in collaborazione con Imperia Musicale, con il partenariato del Comune di Imperia e il patrocinio dell’Unicef. Nel corso della serata si sono alternate testimonianze, sul palco o in video messaggio, dei “ragazzi” della Casa Famiglia di Sant’Agata di Imperia e i musicisti Niko e Daniele Cerchietti – Francesca Pilade e Giovanni Peirone – Ghiro – Chiara e Cristian.

Articolo precedenteImperia al voto, Gelmini in campo per Luca Lanteri: “Forza Italia sostiene il centrodestra unito”
Articolo successivoIl grande ritorno di Aromatica: sapori e profumi a Diano Marina