Imperia, in Calata Cuneo il cuore pulsante dell'operazione Vardirex: "Da qui gestite le simulazioni"

Il Ponente ligure sarà interessato in questi giorni da una serie di simulazioni interforze coordinate dal corpo militare degli Alpini. L’operazione Vardirex 2019 simulerà alcune situazioni di calamità come alluvioni o terremoti. Un’operazione ingente che mette in campo tutti i soggetti interessati in casi d’emergenza e centinaia di uomini tra militari e civili.

Il tutto verrà coordinato dalla sala operativa della Prefettura di Imperia e dal centro di comando allestito in Calata Anselmi a Imperia. È questo il cuore pulsante di Vardirex 2019.

“Qui viene messo in atto tutto il sistema decisionale per quanto concerne il coordinamento con gli altri attori che non sono parte militare: l’Associazione Nazionale Alpini, la Protezione Civile, la Prefettura. Come nell’eventualità di un’emergenza reale, qui si devono prendere decisioni tempestive per effettuare i primi soccorsi,” spiega il Tenente Enrico Di Marco del Comando Brigata Alpina “Taurinense” e responsabile del campo in Calata Anselmi.

Le operazioni termineranno venerdì e sono l’apice di un lavoro che è stato portato avanti già nei mesi scorsi.

“Questa importante operazione mette in pratica il concetto di flessibilità tipico delle truppe alpine che nascono per operare in montagna, ma che all’occorrenza sono in grado di operare ed essere schierate su tutti i terreni,” conclude il Tenente.

Per maggiori informazioni sull’operazione Vardirex 2019 cliccare QUI.