Al via l’esercitazione interforze Vardirex, nel Ponente simulazioni per affrontare le calamità

È partita l’esercitazione Vardirex 2019, una tre giorni di esercitazioni che simulano situazioni emergenziali complesse dovute a calamità naturali come scosse sismiche, condizioni metereologiche particolarmente avverse, alluvioni, smottamenti e frane.

L’esercitazione quest’anno è ospitata in Liguria e in Lombardia e lo scopo è quello di testare la risposta sul campo da parte degli organi competenti in caso di allertamento per pubbliche calamità che colpiscono il territorio.

Sono stati allestiti campi base per il coordinamento delle attività di soccorso e ripristino delle normalità a seguito di eventi calamitosi che verranno simulati negli abitati di Cervo, Taggia, Diano Castello, oltre al campo delle Truppe alpine in Calata Anselmi a Imperia.

Un campo base è stato allestito a Taggia, alle ex Caserme Revelli, da parte del Coordinamento Alpini Liguri e già la fase di preparazione è stata resa difficile dalle condizioni meteo avverse dello scorso weekend: “L’allestimento di questa simulazione del campo ha incontrato tutte le difficoltà che spesso si incontrano nelle situazioni reali – commenta Giuseppe Badano, Presidente Associazione Nazionale Alpini Sezione di Imperia – Quasi sempre si allestiscono in terreni non utilizzati e inoltre ci sono state tutte le problematiche del caso perché abbiamo avuto problemi di fango e difficoltà per i volontari che hanno montato sotto la pioggia battente”.

Nello specifico sono impegnati in questi tre giorni oltre 850 uomini con tutta la professionalità e la specifica competenza nei relativi campi di intervento.

Domani si terranno diverse esercitazioni: “Al mattino alle ex Caserme sarà simulato un intervento su edifici pericolanti in caso di sisma con spostamento macerie e a Badalucco ci sarà un recupero di persone da un centro abitato danneggiato da un sisma. Al pomeriggio invece ci sarà un intervento di svuotamento di un sito alluvionato”, spiega Ezio Ghersi, Coordinatore Nucleo Protezione Civile Sezione di Imperia.

Un’esercitazione che arriva proprio a seguito delle allerte arancioni e rosse diramate sulla nostra Regione. La Liguria è infatti un territorio particolarmente esposto a questi tipi di calamità.

Gli uomini e le donne della Sanità Alpina che operano come volontari per l’Ospedale da Campo ANA e per le Squadre Sanitarie, sono impegnati fianco a fianco, come un’unica realtà, assieme ai logisti, agli specialisti della Protezione Civile ANA e alle altre forze in campo, per allestire le infrastrutture richieste da “Vardirex 2019”.

Le Forze dell’Ordine saranno presenti e coinvolte per garantire lo svolgimento di tutte le attività. L’esercitazione ha ottenuto la concessione del patrocinio della Camera dei Deputati.

Le esercitazioni si svolgeranno da oggi fino a venerdì 8 novembre.