Meloni G

Dopo il bagno di folla sanremese, la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni ha pranzato a Imperia. Qui, nella magnifica location di villa Roseto, ha incontrato le realtà produttive imprenditoriali del territorio ponentino per poi elencarne le problematiche raccolte in un punto stampa conclusivo.

Con lei i vertici locali del partito e i candidati alle elezioni regionali: Veronica Russo, Gianni Berrino, Chicco Iacobucci e Sara Serafini.

“Un incontro molto proficuo – ha detto Meloni. C’è la grande questione della tassazione, infrastrutture inadeguate e vincoli troppo stringenti. In una fase come questa rischiamo di portare alla fine moltissime aziende italiane. Lo stato può ridistribuire le ricchezze, ma non le crea. La ricchezza la creano le imprese e dovremmo lavorare affinché queste sopravvivono, in tal senso Fratelli d’Italia ha fatto moltissime proposte in questi mesi. Vogliamo alleggerire la burocrazia per queste aziende e poi, ovviamente, spingere sugli investimenti“.

Spazio poi alla gestione del Governo durante l’emergenza Covid: “Rischiamo un’ecatombe occupazionale. Io non ho gli elementi scientifici per valutare i prossimi rischi, certo li ha il Governo e li ha sempre avuti. Il 12 febbraio i negazionisti del virus, Zingaretti e compagnia, stavano lì a prendere gli aperitivi. Se si fossero mossi per tempo ora sicuramente le cose andrebbero meglio”.

Conclusione dedicata alle elezioni regionali: “Mi aspetto una crescita significativa di Fratelli d’Italia – ha spiegato Meloni. Vogliamo rendere il nostro movimento ancora più centrale nei prossimi cinque anni di giunta Toti. Mi aspetto di vedere riconosciuto il lavoro di concretezza e coerenza che abbiamo fatto in questi anni. Persone serie che cercano di fare bene il proprio lavoro, mi pare che l’entusiasmo che stiamo raccogliendo anche qui in Liguria dica che le premesse sono ottime poi il resto lo dobbiamo fare dire ai liguri”.

L’intervista completa a Giorgia Meloni nel videoservizio di Riviera Time.