Una conferenza stampa per fare gli auguri ai media, per fare il punto su quanto fatto in quattro anni e mezzo di amministrazione, senza risparmiare qualche sferzata agli ormai ex alleati del Partito Democratico. È quanto andato in scena oggi nella Sala Giunta del Palazzo civico di Imperia e che ha visto un sindaco Carlo Capacci molto carico.

“Il PD ultimamente dice di essere uscito. Credo sia sbagliato far venire un commissario e io ho già detto che non ho intenzione di dimettermi”, ha sottolineato il primo cittadino. “Ho chiesto al PD di dire cosa vuole fare. Per quanto mi riguarda, può fare un appoggio esterno. Se vuole un assessore in giunta, sono disponibile. Se invece vogliono far venire un commissario lo dicano. È molto semplice”.

Spazio poi dedicato alle cifre, in particolare, ai finanziamenti giunti nella città capoluogo del Ponente ligure. “Sono in arrivo 18 milioni di euro alla città di Imperia, come per tutti i capoluoghi di provincia italiani”, ha ricordato Capacci. “Io ho fatto il confronto con l’amministrazione Sappa, che in 10 anni ha recuperato 40 milioni di euro di finanziamenti con Claudio Scajola ministro. Io in 4 anni e mezzo, senza ministri, ho recuperato 31 milioni. Qualcuno dice che questa è un’amministrazione schifosa, dal punto di vista dei numeri non è vero”.

Il sindaco, prima di stappare lo spumante, ha inoltre presentato un report di oltre 200 pagine con quanto realizzato dalla propria amministrazione (scaricabile a questo indirizzo).