Continua a far discutere la convocazione urgente della conferenza dei capigruppo di Imperia, arrivata ieri alle 17.30 per discutere i punti all’ordine del giorno del prossimoConsiglio comunale in programma il 22 febbraio.

La convocazione del presidente del Consiglio Comunale, Pino Camiolo, ha fatto arrabbiare la minoranza in quanto la conferenza si era già tenuta qualche ora prima, approvando i punti, tra cui la mozione sull’aborto presentata da Orlando Baldassarre e quella sull’avvio della raccolta porta a porta presentata da Maria Nella Ponte (M5S).

Proprio Maria Nella Ponte, ha contestato la legittimità della convocazione:

“Venerdì 15 febbraio alle 22:30 circa ho inviato una pec al Prefetto, alla Dr Puglia, al protocollo del Comune e alla segreteria del Consiglio Comunale avente ad oggetto la contestazione della legittimità convocazione urgente (24 ore di preavviso) commissione consiliare del 16/2/2019.

Io sottoscritta Ponte Maria Nella nata a Catania il giorno 8/9/1977

PREMESSO CHE

1) ho ricevuto una convocazione della commissionne consiliare conferenza capigruppo ricevuta oggi alle ore 17:13 venerdì 15 febbraio che fissa la data della convocazione per domani sabato 16/2/2019 alle 17:15
2) che l’oggetto della seduta è la modifica dell’ordine del giorno già votato e approvato giovedì 14/2/2019 durante la seduta ordinaria della medesima commissione
3) il nuovo ordine del giorno proposto non riepiloga anche il punto inserito all’ordine del giorno su richiesta scritta di tutti i consiglieri di minoranza e relativo alla discussione sul sistema di raccolta differenziata dei rifiuti con il metodo porta a porta

CONSIDERATO CHE

A) la convocazione “di urgenza” ci è prevista dal regolamento all’art 53
B) che il medesimo art 53) limita la possibilità di convocare la conferenza Capigruppo e il Consiglio Comunale con 24 ore di preavviso solo per “l’esame immediato di determinati affari, per i quali il rispetto dei termini normali di convocazione (5 giorni) possa comportare pregiudizio per il Comune e per i cittadini”
C) nessun’altra motivazione può consentire di convocare con urgenza la Conferenza Capigruppo.

RITENUTO CHE

– non sussistano motivi che giustifichino la convocazione in urgenza della commissione suddetta
– Non sussistono pregiudizi per la Cittadinanza o per il Comune nell’affrontare la discussione inerente il servizio di raccolta rifiuti Porta a Porta
– sia intollerabile addivenire alla modifica dell’ordine del giorno del Consiglio Comunale votato e approvato venga variato, sovvertendo la volontà espressa dalla Conferenza Capigruppo che e’ l’unico organo istituzionale preposto a determinare gli argomenti da trattare in Consiglio Comunale in base alle preferenze del Sindaco o di chicchessia come riportato dagli organi di stampa.

tutto quanto sopra premesso, considerato e ritenuto

CHIEDE

Che venga annullata la convocazione della commissione consiliare conferenza capigruppo per il giorno 16/2/2019 alle ore 17:15

Che non venga modificato l’ordine del giorno per il Consiglio Comunale del 22/2/2019 in relazione al punto proposto dalla minoranza e approvato dalla Commissione Conferenza Capigruppo il giorno 14/2/2019.”

Articolo precedenteVallecrosia, l’Assessore Antonino Fazzari: “Con il potenziamento dell’illuminazione abbiamo maggiore sicurezza e controllo”
Articolo successivoVentimiglia, denunciati 3 soggetti per furto: rubavano documenti di circolazione dalle auto