carlo carpi

È fissata per domani l’udienza al Tar sul ricorso presentato da Carlo Carpi, candidato sindaco alle scorse comunali di Imperia, a seguito delle verifiche effettuate sui verbali dello spoglio e in particolare sulle modalità di presentazione delle liste alle scorse amministrative.

Dopo aver rilevato presunte anomalie Carpi ha deciso di ricorrere al Tribunale regionale.

L’imprenditore genovese ha presentato ricorso il 10 gennaio 2019 e sul documento del Tar si legge: “Il ricorso lamenta l’illegittimità dei risultati elettorali, per mancata
produzione del certificato attestante il godimento dei diritti politici in relazione al
candidato sindaco Claudio Scajola e lamenta altresì l’illegittimità dell’ammissione
della lista e della candidatura di Alessandro Casano per errori formali e sostanziali
nella presentazione della domanda di partecipazione alla competizione elettorale”.

Durante un’intervista a Riviera Time, Carpi aveva dichiarato: “Spero di ottenere l’annullamento delle elezioni di Imperia”.

Continua così la vicenda che ha tenuto banco negli scorsi mesi.

Articolo precedenteMeteo, vento forte su tutta la Provincia: possibili raffiche fino 80-100 km/h
Articolo successivoL’editoriale – Elezioni provinciali: presidente irrintracciabile, Natta se ci sei batti un colpo