Continuano gli incontri della Polizia di Stato con gli studenti della provincia, per diffondere la cultura della legalità e del rispetto delle regole.

Ieri e oggi il Dirigente dell’Ufficio Generale Prevenzione e Soccorso Pubblico, dr. Federico, unitamente agli agenti del suo Ufficio e a un operatore del S.E.R.T., ha incontrato gli studenti dell’I.T.I.S. e della Ragioneria di Imperia.

Al centro del dibattito, le conseguenze legali dell’utilizzo di sostante stupefacenti nonché i danni alla salute e le ricadute socio riabilitative.

Circa 500 gli alunni complessivamente coinvolti che hanno assistito alle “lezioni”, dense di slide e video per catturare la loro attenzione.

Sono stati delineati i confini, sotto l’aspetto legale, del consumo a “uso personale” e quello ai “fini di spaccio”, sul concetto di “cessione” dello stupefacente.

Di rilievo anche le considerazioni sulle conseguenze, di ogni tipo di sostanza,  sul nostro organismo. Tale aspetto, curato dall’operatore del SERT, è stato molto educativo per i ragazzi che spesso ignorano i processi degenerativi sia a livello fisico che psichico che la sostanza stupefacente può innescare, anche se consumata occasionalmente.

Questi incontri, fortemente voluti dal Questore Capocasa, si inseriscono in quel progetto di prossimità e vicinanza ai cittadini, in particolar modo per le “fasce a rischio”, tra le quali certamente si annoverano i giovani, nell’ottica di una Polizia di Stato sempre al “servizio” della gente.

Articolo precedenteSanremo, intervento della Polizia su un ricercato e su due sanremesi in possesso di hashish
Articolo successivoVentimiglia: 5 arresti, 4 indagati e 3 denunce il resoconto della Polizia nel mese di marzo