La “Discussione inerente le situazioni di incompatibilità e i rapporti eventualmente in essere dal giugno 2018 tra consiglieri comunali, componenti della Giunta, Sindaco e il Comune di Imperia o sue società partecipate” proposta per lo scorso consiglio comunale dal M5S e rigettata dalla maggioranza nonostante l’appoggio di tutta la minoranza è stata inserita nella proposta di ordine del giorno presentata oggi in conferenza capigruppo per il consiglio comunale di venerdì 29 marzo 2019.

L’adunanza, secondo quanto riferito dal Presidente del Consiglio Pino Camiolo, avverrà a porte chiuse ai sensi dell’articolo 59 del Regolamento del Consiglio Comunale poiché riguarda da sfera giuridica di persone.

“Si dice sia la prima volta nella storia di Imperia che si applichi questo articolo.
L’importante è che sia fatta chiarezza e che se ne parli, poiché era divenuto assordante il silenzio riguardo questi fatti,” commenta la capogruppo del Movimento 5 Stelle in Consiglio comunale, Maria Nella Ponte.

 

Articolo precedenteSanremo: XXIV giornata in ricordo delle vittime delle mafie, 1500 studenti a Pian di Nave
Articolo successivoImperia, dichiarato irricevibile il ricorso di Carpi al TAR ligure: l’ex candidato costretto a pagare le spese processuali