bambino

“Ri…prendiamoci di vista!”. Questo il nome del progetto della CittĂ  di Imperia rivolto alle famiglie imperiesi con figli giĂ  iscritti alle scuole primarie cittadine. Un centro estivo gratuito, gestito tramite 22 educatori del Comune, che avrĂ  sede presso la struttura Carpe Diem.

L’attivitĂ  ha preso il via oggi e durerĂ  sino al 24 luglio. Le fasce orarie sono flessibili e vedono, al mattino, l’ingresso dalle ore 7.45 alle 9.00 e l’uscita dalle 12.15 alle 13.00; al pomeriggio l’ingresso dalle 15.00 alle 15.30 e l’uscita dalle 17.30 alle 18.00.

Per evitare assembramenti, le entrate e le uscite saranno scaglionate nel tempo: ci sarĂ  un ingresso/uscita ogni 5 minuti. VerrĂ  utilizzato l’ingresso laterale della struttura comunale, sia perchĂ© dotato di rampa d’accesso per disabili sia perchĂ© vicino ai servizi igienici per l’immediata detersione delle mani. All’ingresso verrĂ  effettuato il triage dei bambini con contestuale compilazione dei registri delle presenze e dell’automonitoraggio delle condizioni salute.

Il Centro si rivolge a bambini e ragazzi di età prevalente 6-11 anni. Il numero massimo di iscritti è di 50 alunni (suddivisi in 25 al mattino e in 25 al pomeriggio). Ogni gruppo verrà ulteriormente suddiviso in sottogruppi con previsione di rapporto tra personale e minori 1:7.

Le attivitĂ  sono sia laboratoriali (utilizzo di materiali di recupero e riciclo; laboratori di disegno e pittura; laboratori musicali) che ludico-ricreative, che potranno svolgersi anche nell’ampio cortile esterno.

Per iscriversi è possibile contattare il Servizio Attività Educative del Comune attraverso il numero unico 0183 7011.

“Le famiglie hanno dovuto fronteggiare difficoltĂ  enormi durante i mesi dell’emergenza. Col Sindaco abbiamo ragionato sulle iniziative e ci è sembrato giusto organizzare questo servizio. Abbiamo iniziato oggi, ma ci sono ancora posti disponibili. Ringrazio gli educatori per la disponibilitĂ  e il pieno supporto al progetto. Imperia ha dimostrato in questi mesi di essere una cittĂ  solidale. Questo è un ulteriore tassello”, commenta l’assessore Luca Volpe.