video

Il dottor Luigi Muscio, medico di base specializzato in chirurgia oncologica, igiene e medicina del lavoro ed esponente locale di Fratelli d’Italia, fa il punto della situazione epidemiologica a Sanremo e provincia di Imperia.

“Come tutti sanno siamo in ‘arancione’ – dice – a causa di un indice Rt superiore, seppur di poco, a 1. Il rapporto tra tamponi effettuati e nuovi positivi invece è migliorato e ieri è stato di 2,3 che significa che ogni cento test effettuati risultano poco più di due positivi”.

“Se è vero che nella nostra provincia sembra stia andando anche meglio, voglio ricordare che il Governo assegna i colori alle regioni e non alle province e qui nell’imperiese paghiamo i dati peggiori che arrivano da Genova e La Spezia ma meriteremmo di essere classificati in ‘giallo’”.

“A ieri i ‘nostri’ ricoverati in ospedale per contagio da Covid – ricorda Muscio – erano 73 con quattro malati in terapia intensiva dove c’è ancora un ampio margine di accoglienza mentre risulta piuttosto elevato il numero di ricoveri”.

L’età purtroppo incide – conferma il medico – ed è superiore a 75 anni in media. Il coronavirus costringe in ospedale le persone di una certa età e che hanno altre patologie. Secondo me il vaccino è l’unica opportunità per uscire da questa situazione, io mi sono sottoposto alla prima delle due dosi della Pfizer e non ho subito nessun effetto collaterale. Questo è un vaccino sicuro, basta non leggere i social che ci raccontano bugie e realtà fantasiose”.