Pino Ierace, assessore con delega alla Scuola e alle Politiche familiari del comune di Vallecrosia, è stato ospite dei nostri studi.

“Questi primi 6 mesi di amministrazione sono stati un’esperienza bella e formativa. C’è molta collaborazione tra il sindaco, la Giunta e la Maggioranza. Io sono stato consigliere in precedenza con Biasi e all’epoca mi ero occupato del progetto Città della Famiglia, iniziativa che stiamo cercando di far ripartire; anche se riprendere qualcosa di interrotto bruscamente tempo fa non è sempre facile,” commenta l’assessore.

Il progetto Città della Famiglia mira a coinvolgere i cittadini, i bambini, le mamme e i papà attraverso una forte collaborazione con l’amministrazione.

“L’obiettivo è quello di far in modo che la progettazione, per quello che riguarda le politiche familiari, parta dal basso e non scenda sempre dall’alto come troppo spesso succede,” spiega Ierace.

L’assessore ha poi parlato del nuovo plesso scolastico, destinatario di un finanziamento di 2 milioni, e di politiche giovanili.

Il nostro obiettivo per le nuove generazioni è quello di creare spazi e luoghi di incontro. Non dobbiamo nasconderci: anche a Vallecrosia è presente il disagio giovanile. Ci sono alcuni punti della città dove i ragazzi si radunano, usano droghe leggere; situazioni non sane. Il mese scorso abbiamo convocato un tavolo, che diventerà permanente, dove abbiamo riunito associazioni, educatori, forze dell’ordine. L’obiettivo è trovare soluzioni per la prevenzione, non basta solo reprimere,” spiega l’assessore.

“Stiamo puntando – prosegue – ad un’educativa di strada che preveda la creazioni di laboratori così da invogliare i giovani a studiare o imparare una professione. Dobbiamo aiutarli a progettare il loro futuro.”