Il 2018 è stato un anno da incorniciare per Isabella Angotti, bodyfitness sanremese.

47 anni, mamma a tempo pieno di due ragazzi, coltiva la sua passione per il fitness fin dall’età di quindici anni, anno in cui ha messo piede in palestra per la prima volta.

Da qui, l’inizio di un percorso di crescita sportiva e personale che ha visto Isabella avvicinarsi sempre di più al mondo del culturismo e che l’ha condotta nel 1990 alla sua prima gara competitiva. 

“Questo mondo mi appartiene. Il grande pubblico non lo conosce bene e spesso viene anche mal interpretato ma invece è un viaggio meraviglioso all’interno della propria persona perché consente di conoscere i propri punti deboli e i punti forti”, spiega ai nostri microfoni.

Come spiegato da Isabella, è uno sport che a livello agonistico richiede tanta forza, determinazione e anche qualche sacrificio: tanto allenamento, dieta ferrea e uno stile di vita sano sono gli ingredienti per una buona preparazione.

“Prepararsi ad una gara richiede molto impegno ed è quasi una condizione estrema. Ci sono parecchie restrizioni e bisogna dedicarci parecchio tempo. Per ottenere dei buoni risultati è comunque necessario uno stile di vita che accompagni la persona 365 giorni l’anno”, commenta.

I tanti sacrifici e la determinazione hanno portato Isabella a raggiungere nel corso dell’anno passato due importanti successi. A settembre si è aggiudicata il primo posto nella categoria Master Women’s Bodyfitness +44, Open all’Arnold Classic Europe, competizione molto importante svoltasi a Barcellona, e a dicembre è arrivata quarta ai IFBB World Master Championships a Tarragona nella categoria Master Women’s Bodyfitness over 45 yrs Open.

Ai microfoni di Riviera Time Isabella racconta la sua storia.