[beevideoplayersingle videourl=”https://vimeo.com/233109586″]Si è tenuta questa mattina, nella meravigliosa cornice dei Giardini Hanbury, la cerimonia di premiazione del “Ghinbaru d’Oro”, onorificenza che la città di confine ha voluto istituire per valorizzare i prodotti di eccellenza del territorio e coloro che con la loro raffinata arte culinaria se ne fanno ambasciatori.

Ad essere premiato in questa prima edizione è stato uno degli chef più rinomati del panorama Europeo, Mauro Colagreco, che da tempo utilizza prodotti del Ponente ligure nella sua cucina di altissimo livello. All’evento hanno preso parte, oltre che i migliori ristoratori della Riviera, i produttori, gli agricoltori e i pescatori.

Insieme all’istituzione del premio, il Comune di Ventimiglia ha approvato in Commissione De.co il disciplinare del ‘Gambero di Ventimiglia’ che si aggiunge alle altre De.Co. della città di confine. Denominazione che ha alimentato una discussione sull’identità del gambero rosso e sulla sua provenienza tra la città di confine e Sanremo.

“Non è una questione di rivalità. Qui si tratta di valorizzare un prodotto che è di tutto il territorio e che è una vera eccellenza”, ha affermato lo chef Mauro Colagreco dopo aver ricevuto il premio.

Articolo precedente#rifiutolatuamaleducazione: l’hashtag che difende l’ambiente
Articolo successivoAlla Croce Verde le regole salva-vita