[beevideoplayersingle adstype=”video-ads” videourl=”https://vimeo.com/207477346″ videoadsurl=”https://vimeo.com/224092271″ adsurl=”https://www.sialpieve.com/”]Oltre 100 anni di storia, oltre centanni di battaglie per i propri diritti.

Dal 1909, primo anno del Women’s Day, sono cambiate molte cose, ma nonostante tutto, la festa della donna rimane un giorno importante per rivendicare l’uguaglianza tra i sessi.

La festa della donna ha origine negli Stati Uniti per volontà del partito socialista americano. Il 28 febbraio 1909  venne organizzata una manifestazione in favore del diritto delle donne al voto.

Ma la data dell’8 marzo arriva solo nel 1917 quando le donne di San Pietroburgo scesero in piazza per chiedere la fine della prima guerra mondiale e protestarono contro lo Zar. Da qui la tradizionale data.

Ancora oggi molto c’è da fare. Secondo i dati Istat, la violenza contro le donne è un fenomeno ampio e diffuso in Italia. 6 milioni 788 mila donne hanno subìto nel corso della propria vita una qualche forma di violenza fisica o sessuale.

Nel 2017 esistono ancora differenze tra uomo e donna in Italia? Per capirlo abbiamo chiesto l’opinione delle donne della Provincia.