Elezioni regionali 2020, tour del candidato Luigi Sappa in valle Arroscia: “La Regione deve fare leggi che aiutino questi comuni, questo sarà il mio impegno”

Mattinata intensa oggi per Luigi Sappa, candidato al Consiglio regionale per Polis Forza Italia Liguria Popolare, nella coalizione che sostiene il presidente Giovanni Toti. Sappa, accompagnato dal sindaco di Pieve di Teco Alessandro Alessandri, ha visitato molti comuni della bassa e dell’alta valle, affrontando i problemi del territorio e delineando, insieme ai sindaci, una strategia per giungere alla loro soluzione. Nell’occasione, Luigi Sappa ha fatto visita anche ad alcune importanti aziende, intrattenendosi con gli imprenditori, per ascoltare anche le istanze delle categorie economiche.

Il viaggio è iniziato in bassa valle Arroscia, a Vessalico, Ranzo e Aquila d’Arroscia dove ad attenderlo c’erano i sindaci Piero Raimondi, Paola Giliberti e Tullio Cha.

Sottolinea Luigi Sappa: “Nella zona della bassa valle Arroscia il problema maggiormente sentito è quello della manutenzione delle strade, ma c’è anche la questione relativa al bacino del Ferraia. Qui è necessario un intervento di dragaggio e pulitura per rendere questa importante struttura nuovamente funzionante a pieno regime. Persiste poi il problema, tuttora irrisolto, della carenza dei medici di famiglia. Sono questioni fondamentali, per le quali la Regione potrà fare molto e in questo senso mi sono impegnato con gli amministratori locali, dai quali ho ricevuto una calorosa accoglienza e grande apprezzamento”.

Sappa ha poi proseguito il suo giro nell’alta valle, a Mendatica, Cosio e Pornassio. A Mendatica è stato accolto dal sindaco Piero Pelassa, dal vicesindaco Emidia Lantrua e dal consigliere Paolo Ramella, già direttore del parco delle Alpi Liguri e uno dei focus principali ha riguardato lo sviluppo di Monesi.

Dice Sappa: “Gli amministratori dell’alta valle Arroscia puntano molto sul turismo outdoor e fanno assolutamente bene. Conosco palmo a palmo queste zone perché, al di là del fatto che il mio paese d’origine è Rezzo, le frequento costantemente in bicicletta. La manutenzione delle strade è un problema comune a tutta la valle, anche perché per fare turismo sono necessari prima di tutto collegamenti adeguati. A Mendatica, abbiamo trovato pieno accordo sulla volontà di risolvere, con impegno e competenza, la questione dello sviluppo di Monesi. Uno sviluppo che deve essere concreto e duraturo. Vi è poi la necessità per tutto questo territorio di creare un sistema ottimale di mobilità delle persone, turisti e residenti. La Regione deve fare leggi che aiutino questi comuni. E questo sarà il mio impegno”.

Gli amministratori locali della valle Arroscia hanno riconosciuto a Luigi Sappa la grande competenza maturata in anni di amministrazione pubblica, come sindaco e come presidente della Provincia, ben consci che, una volta eletto, non dovrà studiare i problemi, ma già dal giorno dopo sarà in grado di lavorare per risolverli.

Articolo precedenteImperia: dall’assessore Scajola un premio alla giovane bagnina Martina Greggio
Articolo successivoRestyling della passeggiata a mare di Bordighera, il Consigliere Trucchi: “Si vuol sempre fare tutto di fretta”. Sul campo Zaccari aggiunge: “Serve più coesione”