Elezioni provinciali, PRC protesta: “È evidente una mancanza di democrazia”

Una rappresentanza del Partito della Rifondazione Comunista si è presentato questa mattina di fronte al palazzo della Provincia, dove sono in corso le votazioni per il rinnovo del Consiglio, con uno striscione recante la scritta “La sovranità appartiene al popolo”.

A capitanare la protesta pacifica, il Segretario provinciale del partito, Pietro Luigi Zuccolo che a Riviera Time afferma: “Non facciamo altro che riaffermare l’articolo 1 della Costituzione. L’ultimo referendum ha dimostrato che la gente è stanca di una politica fatta di accordi per cui si sa già prima chi sarà eletto.”

Dieci, infatti, i candidati per i 10 posti in Consiglio Provinciale: Luigi Dellerba, Giacomo Pallanca, Giacomo Chiappori, Alessandro Casano, Fabio Perri, Alberto Biancheri, Carlo Capacci, Luca Napoli, Domenico Abbo, Antonio Fimmanò.

Comunque si voterà saranno tutti eletti.

Oltre a Zuccolo sono presenti anche Giuseppe Calabrese, Consigliere Comunale di Diano Arentino, e Marco Bernardini, Consigliere Comunale di Villa Faraldi.

I tre, aventi diritto al voto, si rifiutano di votare a queste elezioni provinciali perché “è evidente una mancanza di democrazia”.

Articolo precedenteArresto per Pino Gallotta, già condannato nel processo “La Svolta”
Articolo successivoUna Provincia al voto e ancora in mezzo al guado