Dal Movimento Situazionista ai giorni nostri: a Cosio D’Arroscia nasce CUXII il vino de “Il Baggio Pellegrino”

La storia dell’azienda agricola “Il Baggio Pellegrino” e quella del suo vino inizia a Cosio D’Arroscia.

Già sede di un insediamento romano, il Castrum Cuxii, e con un centro storico ancora quasi intatto che nasconde importanti tesori architettonici, Cosio è uno dei punti di maggior interesse della valle Arroscia. Qui nell’estate del 1957 nasceva il Movimento Situazionista, ispiratore dei moti che nel 1968 divennero un vero e proprio fenomeno socio culturale di massa attraversando il mondo intero. A Cosio D’Arroscia sostarono, ospiti di Piero Simondo, alcuni giovani intellettuali provenienti da diverse città d’Europa, riempiendo le loro giornate di arte, idee, scritti, vino e osterie.

Il vino che aveva accompagnato le giornate di questi giovani era il vino “Cosiate”, prevalentemente ormeasco, vitigno portato in valle Arroscia nel 1299 dai marchesi di Clavesana. Il vino “Cosiate”, vinificato in piccole cantine del paese, era esattamente come i suoi abitanti, coriaceo, resistente, e ben si prestava al lungo viaggio sui bastimenti verso l’America…e ancora qualcuno racconta che, dopo una traversata difficile, il vino “Cosiate” fu l’unico a giungere intatto a destinazione. La storia di questo vino si interrompe con l’abbandono del borgo, una volta abitato da oltre 1.000 persone, ora mantenuto in vita da circa 170 abitanti.

Il prezioso lavoro di Vito e Teresa, attraverso “Il Baggio Pellegrino”, è stato quello di intraprendere il percorso della viticoltura ed agricoltura eroica, coltivando fasce di terra in parte ereditate dalla famiglia ed in parte successivamente acquistate ed annesse, strappate all’abbandono e ai rovi che imperversano sul territorio. Oggi, passando nella strada esterna al borgo, è possibile ammirare il bellissimo vigneto de “Il Baggio Pellegrino”, rivolto verso le alte montagne che nascondono il mare, baciato dal sole e dalla brezza montana dei suoi 720 mt slm.

Qui, dopo oltre 50 anni, “Il Baggio Pellegrino” presenta il suo vino “Cosiate”, frutto della vendemmia 2021, CUXIIdall’antico nome di Cosio D’Arroscia. Colore rosso rubino con riflessi violacei, autentico, vivace, persistente. Una serie, limitata e numerata, di 555 bottiglie. CUXII Ã¨ punto di arrivo di un progetto davvero ambizioso, quello di riportare il vino “Cosiate” alla sua terra, ma è anche il punto di partenza di quella che attualmente è la cantina più alta della valle Arroscia.

CUXII Ã¨ il lavoro di operose mani, perché tutto qui è fatto rigorosamente a mano. Potatura, legatura, vendemmia, persino la numerazione delle bottiglie e la chiusura con la gommalacca a cui è stato apposto, bottiglia per bottiglia, il simbolo dell’azienda “Il Baggio”!