dakar maurizio gerini

“Ce l’hanno fatta penare fino alla fine!”, queste le prime parole di Maurizio Gerini usciti dall’ultima speciale di questa Dakar.

La speciale di oggi di soli 164 km è stata difficile per Gerry e Laia, sia per la navigazione che per il terreno molto insidioso, con una distesa di pietre e passaggi strettissimi. Quest’ultima voce è stata proprio la causa di ben due forature, nonostante i ragazzi avessero deciso di partire con la pressione molto alta, scongiurando di non dover cambiare le gomme.

A parte questa sfortuna, che li ha perseguitati nella maggior parte delle giornate, è arrivata una tempesta di sabbia nella seconda parte del percorso causando una visibilità scarsissima.

Sono davvero felici di come è andata, crescendo giorno dopo giorno, con un ritmo costante ed un’intesa perfetta.

Adesso la Mini #238 del X-Raid Team sta raggiungendo Jeddah, dove li aspetta il podio finale. Concludono nella classifica generale 23esimi, nella categoria T1 4×4 conquistano il 16esimo posto e per la tappa finale di oggi il 36esimo.

Articolo precedenteFestival 2022, il sindaco Biancheri: “Grazie ai vaccini e al super green pass sarà diverso rispetto allo scorso anno”. Confermato il Red Carpet, Casa Sanremo e Casa Siae
Articolo successivo700 nuovi infermieri in Liguria: via libera di Alisa al concorso per l’assunzione a tempo indeterminato