Crisi nel centrodestra locale in vista delle elezioni amministrative a Sanremo del prossimo anno?

Sono in molti a pensarlo dopo il rinvio, a data da destinarsi, della conferenza stampa di presentazione del candidato sindaco Sergio Tommasini, che doveva tenersi questa mattina. Del resto le parole del vice ministro Edoardo Rixi, riportate ieri dai quotidiani, non lasciano molti dubbi: la frattura tra Lega e Forza Italia si è ormai aperta e chi sa se potrà rimarginarsi in tempi brevi.

“Forza Italia è un partito allo sbando, non sono più alleati affidabili e non credo che ci siano più elementi per andare insieme alle elezioni, a partire dalle prossime amministrative in Liguria,” si leggeva ieri sulle pagine nazionali del Secolo XIX.

Dichiarazioni forti che rischiano di mettere in dubbio il progetto su cui si sta lavorando a Sanremo: la candidatura di Tommasini, professionista di rilievo, espressione del movimento civico “Gruppo dei 100” e appoggiato da Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia.

“Il bisticcio tra Rixi e Forza Italia – commenta Gianni Rolando, commissario cittadino di Forza Italia – è un discorso prettamente romano. Secondo me non influisce minimamente sugli assetti politici sanremesi. Il candidato Tommasini nasce come uomo civico, fuori dai partiti. Uomo però fortemente condiviso dai partiti, in primis Forza Italia. Tutti i partiti singolarmente hanno già gradito la sua candidatura. La presentazione, tutti insieme, è stata solamente rinviata. Il progetto del centrodestra unito nasce oltre un anno fa. Forza Italia Sanremo è certa che la coalizione di centrodestra si ricompatterà a livello nazionale, ma soprattutto a livello locale. Non mi interessa quello che succede a Roma.”

Parole rassicuranti da parte di Rolando, ma forse qualche problema anche a livello locale c’è. Ieri a Riviera Time il commissario provinciale della Lega, Alessandro Piana ha dichiarato: “Nessun dubbio su Sergio Tommasini. Ci sono però delle posizioni di Forza Italia che dobbiamo chiarire.”

“A livello sanremese non c’è nessuna frizione. Abbiamo gradito tutti, a distanza di pochi giorni, la candidatura di Tommasini. Che le frizioni a livello nazionale possano riverberarsi su un candidato civico a Sanremo la vedo una cosa sbagliata. Poi tutto può succedere,” continua Rolando.

Saltata la conferenza di oggi, ma la campagna elettorale non si ferma. Questa mattina nelle vie del centro erano, infatti, presenti i gazebi della Lega.

“La Lega ha iniziato questa mattina la campagna elettorale. A Sanremo c’è l’opportunità concreta di cambiare passo,” spiega il commissario cittadino della Lega, Marco Medlin, che ha poi commentato il rinvio della conferenza stampa.

“L’incontro di oggi – dichiara – è stato rinviato in accordo con tutta la coalizione per capire meglio fino a che punto le dichiarazioni di Rixi, che noi come Lega Sanremo condividiamo al cento per cento, saranno vincolanti. Attendiamo fiduciosi e per noi non cambia nulla. Tommasini è, ad oggi, il miglior candidato sindaco per Sanremo.”

Ad oggi. E domani? Questa è la vera domanda. C’è da capire, infatti, cosa accadrà se dai vertici nazionali arriverà l’aut-aut.

“A questo punto sarà necessario un chiarimento a livello nazionale. Nel momento in cui i partiti si saranno chiariti faremo la conferenza,” commenta Rolando.

Auspicabile, per il centrodestra, il ricongiungimento dei due partiti a Roma, ma se questo non dovesse accadere, siamo proprio sicuri che non ci saranno conseguenze sulle amministrative locali del prossimo anno?

Valutazioni che i partiti sanremesi dovranno fare nelle prossime settimane. Intanto prosegue la corsa di Tommasini che ha portato questa mattina i saluti nei vari gazebo della Lega. Presenti anche gli esponenti di Fratelli d’Italia.

“La politica è fatta di dinamiche a volte poco comprensibili per i cittadini. La foto di gruppo che oggi abbiamo fatto noi di Fratelli d’Italia insieme al nostro candidato sindaco è proprio per ribadire che gli affari romani rimangono romani, ma qui a Sanremo abbiamo tanta voglia di vincere e ribaltare una città che ha già sofferto troppo in questi quattro anni e mezzo,” commenta Gianni Berrino, assessore regionale e consigliere comunale.

Da notare che alla passeggiata per le vie del centro di Tommasini, Lega e Fratelli d’Italia, gli esponenti di Forza Italia questa mattina non hanno partecipato.