coronavirus covid-19
Credit: NIAID - CC BY 2.0

Sono 8 i nuovi positivi al Covid-19 oggi in Liguria, a fronte di 3.271 tamponi molecolari effettuati nelle ultime 24 ore, ai quali si aggiungono altri tamponi 2.941 antigenici rapidi. Qui di seguito il dettaglio, riferito alla residenza della persona testata.

– IMPERIA (Asl 1): 0
– SAVONA (Asl 2): 1
– GENOVA: 6, di cui:

• Asl 3: 6
• Asl 4: 0

– LA SPEZIA (Asl 5): 0
Non riconducibili alla residenza in Liguria: 1


CORONAVIRUS: IL BOLLETTINO ODIERNO CON I DATI DEL FLUSSO ALISA – MINISTERO

TAMPONI PROCESSATI CON TEST MOLECOLARE1.329.8113.271
TAMPONI PROCESSATI CON TEST ANTIGENICO RAPIDO (a far data dal 14/01/2021)351.4332.941
TOTALE CASI POSITIVI (compresi GUARITI e deceduti)103.0648
TOTALE CASI POSITIVI (esclusi GUARITI e deceduti)1.748-32
CASI PER PROVINCIA DI RESIDENZA 
PROVINCIA 
SAVONA250
LA SPEZIA233
IMPERIA94
GENOVA1.051
Residenti fuori Regione/Estero56
altro/in fase di verifica64
TOTALE1.748
 Media intensitĂ +Terapia IntensivaTerapia IntensivaDifferenza da giorno precedente
Ospedalizzati6312-4
ASL1910
ASL2150-3
Ospedale Policlinico San Martino149-2
Ospedale Evangelico000
Ospedale Galliera800
Ospedale Gaslini000
ASL3 globale601
ASL 3 Villa Scassi500
ASL 3 Gallino101
ASL3 Micone000
ASL3 Colletta000
ASL4 globale000
ASL4 Sestri Levante000
ASL4 Lavagna000
ASL4 Rapallo000
ASL5 globale1120
ASL5 Sarzana1120
ASL5 Spezia000
Isolamento domiciliare321-30
TOTALE GUARITI (pazienti che risolvono i sintomi dell’infezione da SARS CoV2 che risultano negativi al test molecolare; pazienti che risolvono i sintomi dell’infezione da Covid-19 e per i quali sono trascorsi 21 giorni dall’inizio dei sintomi – riferimento Circolare del Ministero della Salute n.32850 del 12/10/2020)96.97340
Deceduti4.3430
ASLSoggetti in sorveglianza attiva
ASL 167
ASL 282
ASL 3395
ASL 431
ASL 5110
Liguria685

Articolo precedenteDiano Marina: il museo civico del Lucus Bormani aderisce alle giornate europee dell’archeologia
Articolo successivoIl Tethys affianca la Giraglia con un concorso fotografico. Sabina Airoldi: “Un contributo fondamentale per la Comunità scientifica”