video
06:25

Tra due settimane esatte saremo qui a commentare i dati d’ascolto della prima serata del Festival e ad ascoltare i dettagli della seconda puntata. Oggi invece si comincia forse a fare un po’ più di chiarezza su diversi particolari, non artistici, strettamente collegati all’evento dell’anno.

Ne abbiamo parlato con l’assessore al Turismo Giuseppe Faraldi sempre disponibile a rispondere alle domande dei giornalisti.

“L’organizzazione Rai sta andando avanti senza intoppi – dice – e si prospetta una capienza al 100% del teatro Ariston. Speriamo che sia un Festival come quelli degli ultimi anni con la direzione di Amadeus che ha dato buoni frutti in termini di ascolti”.

“La Costa Toscana è una nave del gruppo Costa Crociere che attraverso un accordo con Rai Pubblicità dovrebbe sostare nel golfo di Sanremo per tutta la durata della manifestazione. Il condizionale è una mia forma-mentis: lo uso sinché non vedo nero su bianco e di questi tempi ancora di più con problematiche che si possono manifestare improvvisamente e di cui oggi non sono a conoscenza. Le probabilità che arrivi sono molto, molto alte”.

“L’ingresso all’Ariston sarà consentito con super green pass e mascherina Ffp2 – spiega Faraldi – i tamponi sono richiesti dalla Rai per chiunque abbia a che fare con il Festival (dipendenti, artisti, accompagnatori, giornalisti, ecc) ma per i privati che assisteranno alle serate non ne sono a conoscenza”.

Collaterali: come le abbiamo conosciute due anni fa non sono proponibili – conferma – ma qualcosa a Sanremo si muove. Casa Sanremo da tanti anni è uno dei partner principali del Festival sempre all’interno del Palafiori, ci sarà anche Casa Siae che contribuirà a rendere piacevole l’aspetto di Piazza Colombo, ci sarà il ‘red carpet’ e ci sarà il Casinò con la realizzazione di trasmissioni televisive e sede della sala stampa”.

“Nelle prossime riunioni del Comitato per la Sicurezza verrà affrontato l’argomento red-carpet e come applicare il protocollo contro la diffusione del virus. I commercianti e operatori turistici della città si possono aspettare quella normalità che stiamo vivendo in questi giorni. Tutti sappiamo che non sarà come nel 2020 ma intanto gli alberghi annunciano un tasso di occupazione al 90% e quindi sembra di andare verso un’edizione della normalità ma con il rispetto delle norme che regolano la nostra quotidianità”.

“I rapporti tra Comune e Rai sono sanciti dal rinnovo della convenzione per due anni – ribadisce Faraldi – così come sono proficui i rapporti con Rai Pubblicità anche per la sponsorizzazione di Area Sanremo”.

Sanremo non è solo Festival, cosa ci dobbiamo aspettare in seguito?

“La Milano-Sanremo è un evento che accoglieremo sulle nostre strade con la copertura di oltre 160 emittenti tv di tutto il mondo con una ricaduta turistica impressionante. Per il Corso Fiorito vedo estreme difficoltà, è un appuntamento che muove decine di migliaia di persone e di questi tempi purtroppo non posso dire che si svolgerà come già successo l’anno scorso e due anni fa”.

Giuseppe Faraldi conclude con un appello: “A tutti raccomando di godersi il Festival, una manifestazione che tutta Italia ci invidia e che ci porta in tutto il mondo, i sanremesi devono esserne orgogliosi e anche in grado di gestire la situazione, divertendosi ma facendo molta attenzione nel rispetto della prudenza e della sicurezza di tutti”.