monaco

Cresce in tutta la Francia la preoccupazione per il diffondersi della variante Delta, una forma mutata del Covid-19 detta anche variante indiana, che rappresenta ormai il 40% dei nuovi casi di contagio presso i nostri vicini di casa.

Questa mattina il Governo transalpino si è riunito ed ha ribadito con forza la necessità urgente di una vaccinazione di massa, unica vera barriera contro l’arrivo di una temuta quarta ondata.

Il portavoce del Governo, Gabriel Attal, ha detto: “Il numero di nuovi casi è ripartito con forza, undici regioni vedono aumentare il loro tasso d’incidenza con ritmi molto elevati soprattutto in Ile de France (Parigi), e nel Paca (Costa Azzurra). La Francia non è una nazione no-vax ma sono tantissimi quelli che preferiscono aspettare prima di farsi vaccinare”.

I dati dicono che il 37% della popolazione francese ha la protezione completa del vaccino e a fronte dei molti recalcitranti il Governo starebbe studiando un pass sanitario più rigoroso e restrittivo dell’attuale, un pass che potrebbe limitare le possibilità di spostamento e di utilizzo di certi commerci per i non vaccinati.

Anche a Monaco, dopo tre giorni con un totale di due nuovi positivi, ieri in sole 24 ore il dato è salito a sei, uno dei quali costretto al ricovero, con altre 18 persone seguite dai medici direttamente dal loro domicilio non presentando patologie particolarmente gravi.

Articolo precedenteImperia: il fotografo Benedusi riapre la sua bottega al Parasio, ritratti stampati per: “Raccontare le persone e la loro bellezza”
Articolo successivoSanremo, al mercato dei fiori la lezione di Asl1 sull’educazione alla salute ai bambini dell’Educamp Coni