ospedale borea sanremo

Oltre 175 mila dispositivi di protezione individuale, sedici ventilatori polmonari, otto monitor multiparametrici, cinque umidificatori, venti letti elettrici, una centrale di monitoraggio: sono queste alcune delle prime attrezzature acquistate da ASL1 per l’assistenza dei pazienti Covid-19 grazie alla generosità di cittadini, associazioni e aziende.

L’emergenza Coronavirus ha scatenato un’ondata di solidarietĂ  a sostegno degli operatori sanitari che si è concretizzata in oltre 450 erogazioni liberali devolute a favore dell’azienda (periodo 13 marzo-22 aprile 2020) e oltre un centinaio di donazioni in natura. Un immenso abbraccio spontaneo che ha superato quota 879 mila euro grazie a piccole e grandi donazioni a favore di ASL1. Tra i principali contribuenti: la UnoGas Energia Spa (100 mila euro), la Fratelli Carli Spa (100 mila euro), numerosi privati che hanno donato somme rilevanti, la Cooperativa Conad Nord Ovest e Associati (45 mila euro) e tanti cittadini che hanno deciso di dare il loro contributo organizzando raccolte fondi come quella intitolata “Insieme per l’ospedale di Sanremo” attraverso la piattaforma GoFundMe (circa 51 mila euro). 

Fondamentale anche il supporto delle associazioni, di enti e imprenditori che hanno manifestato il loro sostegno alla sanitĂ  anche attraverso delle donazioni materiali: dalle mascherine ai guanti monouso, dalle tute ai calzari al gel disinfettante, dai tablet ai fiori, fino ai prodotti da forno, dolci e tanti messaggi di solidarietĂ . Tra le numerose testimonianze, anche il nuovo ecografo donato all’Ospedale di Sanremo dalla LILT – sezione provinciale di Imperia e le 80 mila mascherine donate dal Comune di Sanremo.

Una prima fotografia delle donazioni è contenuta nella delibera del 20 aprile 2020 con la ricognizione delle erogazioni al 31 marzo 2020 (con un importo pari a tale data ad euro 675.221,94). Nel provvedimento, vengono coperti costi per attrezzature, dispositivi e materiale di consumo per apparecchiature impiegati per la cura dei pazienti affetti da Covid-19. Con successivo provvedimento, verranno rendicontate e imputate le restanti somme per ulteriori acquisti, alcuni dei quali già attivati nel corrente mese di aprile.

“Questa generosità è da intendersi come una vicinanza umana e civica al sistema sanitario della nostra provincia. Ringrazio e plaudo anche alla trasparenza dell’ASL1 nel rendicontare la destinazione e l’utilizzo delle donazioni economiche e materiali” afferma la Vicepresidente e Assessore alla Sanità di Regione Liguria, Sonia Viale.

“Esprimo la piĂą profonda gratitudine nei confronti di tutti i cittadini che dimostrano vicinanza al nostro personale. â€“ afferma Marco Damonte Prioli, Direttore Generale di ASL1 – Queste donazioni, delle quali abbiamo citato solo alcuni esempi, ci aiutano a sostenere costi importanti per l’acquisto di attrezzature fondamentali nella cura dei pazienti Covid-19 e che domani saranno di supporto all’assistenza di altri malati. Riceviamo quotidianamente anche contributi materiali da parte di cittadini, associazioni, aziende e istituzioni. La nostra riconoscenza va ad ognuno di loro e, sicuramente, terminata l’emergenza, ci sarĂ  modo di rinnovare questo sentimento di gratitudine. Sono piccoli e grandi gesti tutti ugualmente importanti che aiutano ad affrontare queste settimane difficili, dal punto di vista pratico ma soprattutto morale, grazie all’affetto di una comunitĂ  unita, al fianco di medici, infermieri, operatori socio sanitari e di tutto il personale ASL1”.

Articolo precedenteEzio Grosso e Clelia Caleffi nominati nel cda dell’Asp Casa di riposo e pensionato ‘Imperia’, Scajola: “Due profili di assoluto rilievo”
Articolo successivo25 aprile, quintetto d’archi del Teatro Carlo Felice per celebrare la Liberazione su web e social