Prosegue l'impegno di Ravera, il medico che ha dedicato la vita ai bambini in Africa

Riviera Time ha incontrato lo psicologo dell’ASL sanremese Roberto Ravera, fondatore di diverse iniziative nell’ambito del volontariato, dal punto di vista medico, in Sierra Leone. Il dottor Ravera ci ha voluto parlare di come egli svolge il suo lavoro in Liguria e di come, invece, lo svolge in Africa; in questo servizio, inizierà parlando proprio del Continente Nero.

La clinica che lo psicologo ha aperto nelle vicinanze di Freetown, denominata “Ravera Children Rehabilitation Centre“, deriva da una scelta di quest’ultimo di dedicare i propri periodi di ferie e i propri risparmi al conforto dei più bisognosi, alternando così, al proprio mestiere principale, l’attività di volontario.

Si tratta principalmente di una struttura nella quale vengono accolti minori affetti da problemi psicologici o che sono stati soggetti a maltrattamenti, in modo che a essi possano essere dedicati cure specialistiche nonché affetto materno. Ciò avviene in sinergia con diversi enti locali come polizia, ospedali e carceri minorili.

Sono diversi, tuttavia, i progetti che Roberto Ravera ha ideato negli anni e diversi riguardano anche le scuole, elementi imprescindibili per una migliore formazione ed educazione, sulle cui basi possa essere costruito un futuro più consapevole. Per il momento, i progetti attuati da Ravera hanno avuto il risultato di promuovere un’economia circolare e inibire l’urbanizzazione dell’area; tra le iniziative future, figura anche l’idea di aprire una nuova clinica.