coldirodi

A seguito di un monitoraggio condotto dal Servizio Fitosanitario regionale ai sensi di un decreto ministeriale volto alla prevenzione di una patologia fungina che colpisce i platani, sono risultati positivi alcuni campioni prelevati su una dozzina di platani a Coldirodi, in via Umberto.

Si tratta di una patologia fungina comunemente conosciuta come “cancro colorato del platano”, di origine nordamericana, e da protocollo fitosanitario si dovrĂ  procedere al taglio degli esemplari infetti e all’eliminazione di tutte le radici, in modo da prevenire ogni forma di propagazione dell’infezione.

“Concluderemo l’intervento di rimozione nei tempi previsti, nel frattempo abbiamo giĂ  fatto alcune valutazioni insieme agli uffici tecnici preposti per la sostituzione degli esemplari colpiti da questa patologia”, spiega l’assessore al verde pubblico Mauro Menozzi.

E conclude: “Per ricreare quel bel filare di piante tipico dell’ingresso nella frazione di Coldirodi andremo a piantare o una tipologia di platano che risulta essere resistente a tale patologia, il platano “Vallis Clausa” o, in alternativa, i tigli, belle piante anch’esse caratteristiche per la loro stagionalitĂ , come i platani”.

Articolo precedenteImperia, parte alta di via Cascione riapre al traffico fino al termine dei lavori di Galleria Gastaldi
Articolo successivoSIDEF Sanremo, da quattro anni attiva per promuovere la collaborazione tra Italia e Francia