filippo guasco

Il sindaco di Cipressa Filippo Guasco è intervenuto con una nota stampa sulla rottura dell’acquedotto Roja avvenuta nella notte.

“Le notizie apparse sui media hanno allarmato molti utenti a seguito dell’emergenza idrica determinata oggi da guasti alla tubazione del Roja. I cittadini del nostro comprensorio di Cipressa e Costarainera hanno per fortuna saputo dell’emergenza solo dalle notizie che si sono in fretta propagate sui notiziari locali e non certo dai loro rubinetti dove invece l’acqua ha continuato a sgorgare. Forse qualcuno può averla trovata un po’ più torbida per le manovre che, nella notte, si sono dovute eseguire dopo aver appreso la notizia del guasto. Più ancora l’acqua non è mancata ai numerosi soci del consorzio che, soprattutto per le loro attività agricole e floricole, contano su un approvvigionamento costante e assicurato in un settore già provato da infinite crisi ma su cui dobbiamo tuttavia puntare per la sua importanza nell’economia dei nostri Comuni e per le famiglie che di questa attività vivono.

Consentiteci questo momento di soddisfazione dopo un periodo in cui il consorzio stesso ha rischiato di fallire o di sciogliersi sia per le normative assai confuse che arrivano dall’alto, ma anche per l’ostilità talvolta dimostrata da alcuni. Abbiamo dovuto far fronte a seri problemi economici anche per il parziale mancato pagamento di bollette i cui proventi servivano a mantenere la struttura efficiente e pronta a reagire alle difficoltà anche improvvise come in questo caso.

Come Presidente sono dunque fiero del lavoro fatto per difendere il Consorzio e consentitemi anche di ringraziare in questa particolare occasione l’impegno concreto messo sia dai rappresentati nel consiglio di amministrazione, sia dai dipendenti del Consorzio stesso.

L’augurio finale è ovviamente quello di vedere le attuali difficoltà risolte nel più breve tempo possibile. Forse il Consorzio di Cipressa e Costarainera non è proprio da gettare via”.

Articolo precedenteImperia, riparato il guasto all’acquedotto Roja: entro le 22.30 l’acqua tornerà a scorrere dai rubinetti
Articolo successivoRegionali, Sarola: incontro tra Lugi Sappa e gli amministratori locali. Focus sulle infrastrutture necessarie allo sviluppo dell’entroterra