È collassato l’acquedotto del Roja. Dopo la rottura di ieri in spianata Borgo Peri un altro grave danno si è verificato nella notte in via San Lazzaro allagando la zona del lungomare e della Marina di Imperia.

Un guasto che portava alla fuoriuscita di centinaia di litri d’acqua al secondo costringendo i tecnici Amat a una chiusura, purtroppo storica, che comprende gran parte della nostra provincia: da capo Verde (Sanremo) ad Andora zona frazione Rollo.
Tutti i paesi che intercorrono da Costarainera ad Andora saranno dunque senz’acqua per tutto il tempo del complicato intervento di ripristino, riserve escluse.

Roja collasso via San Lazzaro

Una situazione drammatica, soprattutto nel golfo dianese dove l’acqua manca dal pomeriggio di ieri.

A Diano Marina é stata posizionata un’autobotte nella piazza del comune ancora pieno di turisti. Il vicesindaco Cristiano Za Garibaldi senza mezzi termini ha detto: “Si deve dichiarare lo stato di emergenza“. Cinque autobotti anche a San Bartolomeo al Mare, una è già piazzata in via Martiri della Libertà, le altre quattro saranno invece messe: nella piazzetta antistante la sede della Polizia Locale, nei pressi del palazzo comunale, in piazza Sottana nella frazione di Chiappa, in borgata Pairola vicino alla chiesa e nella piazzetta del Carrubo a Poiolo. Rabbia del primo cittadino Valerio Urso che ha detto: “Mi domando con quale faccia ci siano oggi amministratori pubblici in campagna elettorale, pronti a chiedere voti”.

Pronto il piazzamento delle autobotti anche a Imperia: piazza Dante, via Cascione e zona dell’ospedale. Finora il capoluogo ha resistito grazie alle riserve che aveva a disposizione.

La provincia e il golfo dianese in primis si apprestano così ad affrontare una delle giornate più lunghe di un calvario che dura da troppo tempo.