Calvi a Riviera Time: "Elior Group ha già dimostrato di avere spalle larghe. Ristorazione ingrediente per rilanciare il Casinò"

È stato ospite nei nostri il presidente del consiglio d’amministrazione della Casinò Spa, Massimo Calvi.

Al centro dell’intervista il nuovo contratto per la gestione dei servizi di ristorazione all’interno della casa da gioco sanremese. Dal primo febbraio è la multinazionale Elior Group a occuparsene.

A circa un mese dall’inizio, e considerando la difficile situazione con il gestore precedente, come si stanno trovando?

“Ci stiamo trovando molto bene. Hanno iniziato in un momento molto particolare, la settimana del Festival di Sanremo che ha visto il Casinò protagonista di eventi e gala. Sono stati proprio loro ad accelerare con le trattative per, giustamente, godere del fatturato di quel periodo. Hanno dimostrato di avere le spalle larghe sapendo gestire tutto alla perfezione,” spiega Calvi.

La nuova gestione è vista da molti come un possibile ingrediente di rilancio della casa da gioco. “Con un pizzico di soddisfazione – commenta Calvi – possiamo dire di aver trasformato quello che era un problema in un’opportunità per il Casinò.”

Al tavolo delle trattative, Elior Group ha accettato di mantenere tutti e 45 i dipendenti del settore ristorazione. Oggi come oggi un numero decisamente elevato che a fine mese ha rappresentato, in passato, un grande ostacolo.

“Elior è una grande società, un gruppo quotato in borsa. Non assisteremo quindi alle vicende passate nelle quali la Casinò Spa è dovuta intervenire sostituendosi al gestore e pagando gli stipendi. Elior non ha problematiche finanziarie di questo tipo,” spiega il presidente Calvi.

È, però, chiaro che questi 45 dipendenti non potranno essere pagati esclusivamente con il fatturato che il Casinò darà a Elior. “Per questo sarà necessario – aggiunge Calvi – aprire la ristorazione all’esterno e aumentare il fatturato su quei clienti a cui la casa da gioco non dà gratuità per la ristorazione.”

Calvi spiega: “Già queste prime settimane vediamo che sono state organizzate cene per congressi ed eventi. Bisognerà creare una sinergia andando ad ampliare la clientela. L’Elior Group si è dimostrato interessato a questo discorso e proprio per questo abbiamo optato per loro.”

Con questo obiettivo, entro l’estate verrà creata una segnaletica in modo da attrarre clientela all’interno del locale Biribissi con entrata separata in Corso Inglesi. Una soluzione momentanea nell’attesa di sviluppare un progetto più ampio che vede la realizzazione di una soletta davanti al Biribissi in modo da creare una vera e propria entrata con una parte esterna per la bella stagione.

“Abbiamo dato l’incarico, ma ci sono ovviamente dei tempi tecnici anche legati all’autorizzazione della Soprintendenza essendo il Casinò sottoposto a vincoli,” conclude Clavi.