Agosto sta volgendo al termine e dopo il pienone di ferragosto, abbiamo fatto un bilancio della stagione estiva fino ad ora con il Presidente Regionale di Federalberghi e Presidente del Golfo Dianese, Americo Pilati.

    Ferragosto è stato dolorosamente segnato dalla tragedia del crollo del ponte Morandi a Genova sull’A10. Un crollo che, oltre al dramma umano delle vittime e degli oltre 600 sfollati, ha diviso la Liguria in due creando molti problemi alla viabilità che andranno a ripercuotersi per anni. Questo però sembra non avere influito sulle presenze turistiche, come affermato da Pilati: “Non abbiamo avuto cancellazioni né domande da parte dei clienti”.

    Per il prossimo futuro, il Presidente auspica un incontro con la Regione e un aumento dei fondi stanziati per promuovere la Liguria e tutto il suo territorio.

    Si aspetta ora il mese di settembre che non sembra però regalare grandi sorprese.

    Problema storico del Golfo Dianese, che ha un impatto negativo anche sul turismo, è l’approvvigionamento d’acqua. La scorsa stagione è stata caratterizzata da numerosi guasti all’acquedotto che hanno messo più volte in ginocchio tutto il golfo lasciandolo per ore senz’acqua. Quest’anno si sono verificati nuovamente diversi problemi: poche rotture a Diano Marina ma il colle dietro il Capo Berta è stato molto penalizzato da diversi guasti.