cala del forto punto lavori

Si è svolto questa mattina all’interno del cantiere di Cala del Forte un punto stampa con il quale l’amministrazione ha fatto il punto sui lavori del nuovo scalo portuale di Ventimiglia.

Il porto turistico, acquistato dalla società dei Porti di Monaco, doveva essere inaugurato lo scorso 7 luglio, ma l’emergenza Covid-19 ha fatto ritardare il cronoprogramma.

Cala del Forte potrà comunque accogliere i primi yacht a partire dal 15 di ottobre. Saranno 178 gli ormeggi per imbarcazioni anche di 70 metri. Per ora sono ben 42 i posti barca venduti, il più grosso yacht al momento è di 50 metri. “Proprio questa mattina mi è arrivata la richiesta per un’altra imbarcazione da 42 metri. Sono stupito del grande interesse. Ormai l’acquisto di posti barca non è semplice, ma il fatto che il porto sia così vicino alla città, un luogo ricco di storia e cultura è sicuramente un valore aggiunto. Una parte dei posti saranno venduti, altri rimarranno per affiti brevi o per passaggi,” precisa il direttore di Cala del Forte, Marco Cornacchia.

L’opera è fortemente attesa dalla città di confine che vede nel porto la possibilità di rilanciare il futuro turistico dell’intera zona. Lo scalo porterà infatti grande vitalità e potrebbe rivelarsi un’opportunità unica per l’intera economia. Oltre a questo bisogna considerare che il solo porto creerà oltre 160 posti di lavoro tra la gestione dello scalo stesso (dipendenti diretti di Cala del Forte), l’area cantieristica e le attività commerciali all’interno. A questi dovrà essere aggiunto tutto l’indotto conseguente.

“Sono ben 35 le attività commerciali. Queste saranno terminate nei prossimi mesi per essere pronte già a inizio 2021. Saranno divise in 4 differenti aree: ristorazione, lusso, area generalista e infine quella tecnica,” aggiunge Cornacchia.

Durante la conferenza sono stati presentati i primi quattro dipendenti: tre diportisti (Marco Matarese, Ugo Lo Bello, Riccardo Ferraro) ed Erica Celli addetta alla reception.

Il porto avrà anche un grande valore non solo in termini economici e lavorativi. Terminati i lavori saranno infatti disponibili 578 posti auto di cui circa 400 a disposizione del pubblico. Una vera e propria boccata d’ossigeno per i residenti di Ventimiglia, ma in generale per tutta la città che soffre la mancanza cronica di parcheggi.

Verrà inoltre realizzato un ascensore che collegherà la città vecchia con la marina. I lavori al riguardo sono quasi terminati e l’ascensore sarà pronto per dicembre/gennaio.

Il sindaco Gaetano Scullino commenta: “Abbiamo perso circa 4 mesi. I lavori sono sempre andati avanti ma sono stati rallentati per gli approvvigionamenti di materiale, ad esempio. Nonostante l’emergenza Covid siamo comunque vicini all’inaugurazione. Per me è motivo di grande soddisfazione. Abbiamo cominciato nel 2008 con le autorizzazioni demaniali da parte della Regione. Era un sogno che è ormai praticamente realtà.”

Le interviste al sindaco e al direttore Cornacchia sono visibili nel video-servizio a inizio articolo.