video

A Bordighera nella chiesa anglicana √® possibile visitare una mostra dedicata al primo circolo tennis in Italia: l’esposizione mette in luce vari personaggi che si sono avvicendati in questa localit√†, come il Conte di Strathmore, bisnonno della Regina Madre inglese.

La collezione comprende molti cimeli prestati da vari collezionisti bordigotti, ma non solo: tanti oggetti esposti sono stati donati da campioni e dai loro figli, continuando così a narrarci le loro storie.

La mostra, oltre a parlare appunto del circolo, parla anche della prima fabbrica di racchette che nacque proprio qui, la Sirt, ovvero “Societ√† italiana Racchette Tennis“. Il marchio nasce nel 1901, prima come mobilificio, ma i proprietari essendo giocatori fecero alcune racchette che convinsero gli inglesi; il passaggio da una produzione artigianale a quella industriale fu breve.

L’apertura delle produzioni nell’estremo oriente fecero loro chiudere la fabbrica, che da tre anni si √® per√≤ rimessa in piedi e, come ci racconta Antonello Randone, che col fratello detiene il logo: “√ą un onore portare avanti un marchio che ha segnato un’epoca di tecnica e di costume”.

Nel video-servizio a inizio articolo le interviste alla storica Gisella Merello, al collezionista Salvatore Soldano e ad Antonello Randone, proprietario di Sirt.

Articolo precedenteVentimiglia, operazioni anti-droga della Polizia: arrestati un 18enne e un 20enne con precedenti
Articolo successivoCovid: 206 nuovi positivi in Liguria, 51 in Asl1