video

Torna caldo, caldissimo, il tema ospedale Saint Charles di Bordighera. Dopo le ultime dichiarazioni del governatore Giovanni Toti che ha, di fatto, allontanato l’ipotesi privatizzazione si sono scatenate le reazioni del consigliere regionale Enrico Ioculano prima e di quello comunale di Bordighera Giuseppe Trucchi poi.

Trucchi, da sempre civicamente interessato e attento al tema, ha espresso la sua opinione ai nostri microfoni dicendo: “Pare che il presidente Toti abbia fatto una marcia indietro rispetto al discorso privatizzazione che ha occupato, in pratica, gli ultimi sei anni della gestione sanitaria della nostra regione – esordisce il consigliere.

Il presidente ha motivato questa scelta con le nuove esigenze dettate dalla pandemia. Io credo che i problemi fossero già insiti originariamente nel progetto sostenuto da un piano aziendale non sostenibile. Un pronto soccorso vuol dire reparti di: Medicina, Chirurgia, Ortopedia, Subintensiva una spesa enorme che il privato non può sostenere”.

Trucchi muove poi anche una critica al sindaco Vittorio Ingenito dicendo: “Da anni sto cercando di sensibilizzarlo a difendere la città di Bordighera su questo argomento, ma con un ascolto poco attento. Sono molto preoccupato. Bisogna rivedere il progetto e decidere come si integra l’ospedale con il territorio. È ora di finirla con i campanilismi. Se i sindaci non possono decidere da soli si facciano aiutare da tecnici non politici che affrontino il problema sanitario per il bene della popolazione”.

Articolo precedenteSanremo, una perdita d’acqua nella galleria della ciclabile all’altezza di Capo Verde mette in dubbio la ‘Run for the whales 2021’
Articolo successivoImperia, al via oggi la 41esima edizione della Festa di San Giovanni