video

Giornalista, scrittrice, esperta d’arte: questo e molto altro era Irene Brin (all’anagrafe Maria Vittoria Rossi), figura di spicco del secondo dopoguerra. Nata a Roma nel 1911, Irene Brin viaggiò per il mondo insieme al marito Gaspero Del Corso, intrecciando rapporti con la migliore societĂ  cosmopolita.

Fu a Sasso di Bordighera, nella casa di famiglia, che la scrittrice passò l’ultimo periodo della sua vita. Un luogo incantevole, circondato da un vasto giardino con ulivi, piante esotiche, alberi secolari e sculture, che ancora oggi si chiama Il giardino di Irene.

Proprio in questo giardino l’Associazione Irene Brin ha di recente organizzato diversi incontri e appuntamenti culturali.

Per approfondire la figura di Irene Brin, la sua storia e il suo lavoro, abbiamo incontrato il nipote Vincent Torre. L’intervista integrale è visibile nel video-servizio a inizio articolo.

Articolo precedenteCampo Zaccari di Camporosso, la consigliere regionale Veronica Russo (FdI): “Incontro con i sindaci per comprendere lo stato dell’arte dell’impianto e la possibile riqualificazione”
Articolo successivoCovid, Toti: “Raggiungeremo l’80% dei vaccinati con prima dose nella settimana del 13 settembre. Primo passo verso immunitĂ  di massa”