stazione-ventimiglia

Via libera agli investimenti infrastrutturali previsti per la tratta Cuneo-Ventimiglia. Con il parere favorevole delle Commissioni Trasporti di Camera e Senato, il contratto di programma 2017-2021 (parte investimenti) tra Ministero dei Trasporti e Rete Ferrovie Italiane può ora diventare operativo.

Tra gli interventi previsti, 8,8 milioni saranno destinati alla messa in sicurezza e al rinforzo del tunnel del Colle di Tenda per l’implementazione del doppio sistema di sicurezza, che consentirà ai treni francesi – quando collaudato – di raggiungere Limone, e per la realizzazione degli interventi necessari alla rimozione delle cause dei rallentamenti che oggi penalizzano l’utilizzo della tratta.

I lavori riguardano la sezione francese e di frontiera (Limone e Olivetta) della linea Cuneo Ventimiglia. Un’annosa vicenda ferroviaria, che seguiamo dal nostro primo giorno di insediamento in Parlamento e ancora non conclusa”. Lo dichiarano i deputati della Lega Flavio Di Muro e Flavio Gastaldi.

Ora la Francia – sottolineano gli esponenti leghisti – mantenga una buona volta le promesse annunciate già da tempo. I prolungati tempi di collaudo del Smct che, se ultimato, consentirebbe una diminuzione dei tempi di percorrenza del tratto francese, non ci rassicurano affatto.

Così come la chiusura di fatto di cinque stazioni sulla tratta Cuneo-Nizza, che denotano lo scarso interesse dei cugini d’Oltralpe per la ferrovia. Piuttosto, auspichiamo un fronte comune tra Regione Piemonte, Liguria e Mit: occorre una strategia in grado di contrastare l’arroganza francese di cui ne fanno solamente le spese i cittadini della Valle Roya e Vermenagna”.