video
02:06

Niente code ai drive trough. Sembra essere questo l’effetto che si sta palesando, almeno per ora, dopo l’ordinanza firmata dal presidente regionale Giovanni Toti che ha garantito la possibilità di effettuare gratuitamente in farmacia tamponi antigenici rapidi per certificare la guarigione dal covid-19.

La misura è entrata in vigore da lunedì e nella nostra provincia di Imperia ha portato a un drastico calo di tamponi processati nei tre drive e quindi a un minor numero di code, in alcuni casi, sparite.

Da dati Asl 1 per il momento il presidio di controllo che recepisce in minor misura le nuove regole è quello di Taggia. Qui da una media di 520 tamponi giornalieri di una settimana fa si è passati ai 337 di ieri e ai 359 di oggi con un calo sì, ma non enorme come succede, per esempio a Ventimiglia.

Il drive di frontiera ha viaggiato a una media di oltre 600 tamponi al giorno da lunedì a venerdì scorso per poi scendere a 302 sabato, 302 lunedì, 141 ieri, 153 oggi con una curva, dunque, in picchiata.

Discorso simile per il tanto discusso drive del molo Pastorelli a Imperia dove è inoltre scattato il nuovo piano messo in piedi dal Comune con la collaborazione della partecipata Go Imperia. Oggi sono stati appena, si fa per dire, 175 i tamponi effettuati, 192 ieri, 264 lunedì e 271 sabato. La media dei sette giorni precedenti si aggirava sui 500 ogni ventiquattro ore.

Il flusso, dati alla mano, sembra dunque spostarsi sulle farmacie. Ricordiamo che per effettuare qui un test che certifichi la guarigione devono essere trascorsi almeno tre giorni dagli ultimi sintomi riscontrati e che la gratuità vale esclusivamente per chi sta uscendo dal virus dopo averlo contratto oltre che per gli studenti, previa prescrizione medica.

Articolo precedenteOperatività notturna per l’elisuperficie nei pressi del Saint Charles, il Comune di Bordighera: “Non esiste alcun impedimento per procedere”
Articolo successivoTennis, notte amara per Fognini e Mager eliminati a Sidney e Adelaide negli ottavi di finale