forte santa tecla

Il Forte di Santa Tecla, come è noto, è stato dal 1864 al 1997 sede del carcere cittadino. Un periodo lunghissimo che ha segnato per sempre la memoria e la storia della fortezza e della città di Sanremo. Un passato importante che non si è mai voluto cancellare o dimenticare, anzi: i lavori di ristrutturazione che hanno riportato l’edificio all’antico splendore ne hanno tenuto fortemente conto conservando al primo piano le ex celle raggiungibili da un ballatoio che si rifà a quello originario costruito nell’Ottocento.

E questa estate il Forte di Santa Tecla ospiterĂ  due eventi importanti a tema carcerario che, grazie al teatro e alla letteratura, faranno commuovere, riflettere e capire ed esplorare, la vita dietro le sbarre.

Giovedì 11 luglio alle ore 21 presso il cortile della piazza d’armi andrĂ  in scena la pièce teatrale “I 12 uomini. Monologhi teatrali di uomini in carcere” scritto dallo scomparso Pino Riotto e diretto da Elio Marchese. Il testo di Riotto nasce dalla sua esperienza come dentista in diverse carceri liguri, dove ha avuto l’occasione di conoscere numerosi carcerati con i quali ha instaurato, superata la diffidenza iniziale, un rapporto di confidenza e “amicizia”. Da qui nascono i 12 monologhi, personali e forti: “La pièce – commenta Marchese regista e amico di Riotto – utilizza i dodici personaggi per descrivere altrettante vicende umane con toni forti, crudi, ma reali. I racconti di questi uomini ci faranno rivivere la loro esperienza con grande passione ma soprattutto verità”.

Gli interpreti (12 carcerati piĂą due guardie) sono: Sergio Raimondo, Gioacchino Logico, Dani Siccardi, Nino de Franco, Fabio Coluccino, Tony del Core, Daniel Siccardi, Piero Dito, Marino Longo, Gianni Modena, Cesare Melchiori, Carlo Olivari e Fulvio Verrando.

Lo spettacolo sarĂ  accompagnato dal maestro Gianni Martini e la sua fisarmonica.

I biglietti sono disponibili presso la biglietteria del Forte dalle ore 17:30 del giorno dello spettacolo al costo di 8 euro, 2 ridotto (18-25 anni). Vista la crudezza dei testi è sconsigliata la visione ai bambini e ai minori non accompagnati.

Venerdì 19 luglio alle ore 21, presso il Magazzino di Ponente, si terrĂ  la presentazione del progetto “Il Varo del Brigantino: Libri e Voci dal Carcere di Bollate“, un’iniziativa nata all’interno dell’Istituto penitenziario di Milano Bollate, con il patrocinio dell’UniversitĂ  degli Studi di Milano, la collaborazione CRIAR (Centro di Ricerche Universitario Americhe Romanze) e l’associazione Amici di CRIAR che ha dato vita ad una serie di pubblicazioni che ci offrono la possibilitĂ  di entrare nel mondo dei detenuti, appartenenti ad epoche, nazionalitĂ  e contesti differenti, attraverso i loro pensieri ed emozioni.

“Il Brigantino” è una collana di letteratura carceraria e come una nave imbarca una “ciurma” di persone di ogni età e stato, desiderose di dare libertà a piccoli libri artigianali confezionati dietro le sbarre. Il catalogo accoglie parole, voci, poesie ma anche canzoni, appartenenti a prigionieri di epoche, nazionalità e condizioni diverse, presentate in luogo di speciale valore simbolico.

Saranno presentati alcuni libri della collana, che ricordiamo potranno essere acquistati mediante donazione (offerta libera con ricevuta) a favore dell’associazione culturale senza scopo di lucro Amici di Criar.

Ecco l’elenco completo:

Senechino per Lucio
Senechino per il Mai
Senechino dell’amor perduto
Senechino de amicitia
Eppure ti scrivo… scambi epistolari tra libere e ristretti
IV REP
Tre lettere diRosa Luxemburg
L’ultima lettera di Olga Benàrio
Il diario di prigionia diMario Finetti
Il solitario di Rafael Flores
Questo testardo fiore di Claudio Invernizzi

Interverranno all’iniziativa:

Irina Bajini – Coordinatrice progetto e collana Il Brigantino Università degli Studi di Milano
Marie-Christine Jullion – Presidente associazione culturale Amici di Criar
Cristina Marrè – Direttore Casa Circondariale Sanremo
Ersilia Ferrante – Avvocata e animatrice culturale Sanremo
Amelia Narciso – Presidente Anpi Sanremo
Micol Bianchi – Collaboratrice “brigantina” e studentessa
Omar Fathi – Collaboratore “brigantino” e cantautore

Studenti e studentesse Laboratorio civico “Non solo limiti” Università degli Studi di Milano.

L’ingresso è libero per l’incontro fino ad esaurimento posti. Visita al Forte e alle mostre secondo regolare tariffa.

Per scoprire in dettaglio tutti gli eventi ed eventuali aggiornamenti del programma si potrĂ  consultare il sito internet fortesantatecla.cultura.gov.it e i profili social del Forte.