È il 1992 e ad Albenga si svolgono alcune operazioni di archeologia subacquea. Operazioni mirate in particolare a monitorare lo stato di conservazione del relitto romano presente al largo delle coste ingaune. Il tutto avviene in coincidenza con la Giornata Nazionale dell’Archeologia.