Cristiano Za Garibaldi, vicesindaco di Diano Marina, è oggi ospite nei nostri studi.

Al centro dell’intervista i lavori di restyling che daranno un nuovo volto alla cittadina con un importante risvolto turistico.

“Stiamo andando avanti con una serie di progettazioni presentate mesi fa. Abbiamo completato i lavori in via Cavour e nella cappella di Villa Scarsella. Questa sarà inaugurata molto presto perché merita davvero una visita. È stato fatto un grande lavoro dal progettista in collaborazione con la Soprintendenza. Inoltre stiamo andando avanti con la ristrutturazione in chiave museale di una parte di Palazzo Muzio, meglio conosciuto come palazzo del tennis,” spiega Za Garibaldi.

Tra pochissimi giorni partirà anche il primo lotto che prevede la rigenerazione urbana delle aree ferroviarie dismesse vicino alla zona del campo sportivo.

“Questa è la vera sfida per il futuro di Diano,” commenta il vicesindaco. “Il progetto – spiega – prevede una viabilità migliore, la creazione di marciapiedi, parcheggi e un primo tratto di ciclabile urbana che non ha nulla a che vedere con quella che sarà la Ciclovia Tirrenica di cui si sta occupando la Regione e che passerà sul lungomare. L’obiettivo è creare una rete ciclabile all’interno del centro di Diano con lo scopo di intercettare quel turismo che passerà proprio sulla Tirrenica.”

Il secondo lotto, nella zona della ex stazione ferroviaria, è già stato finanziato in parte dalla Regione e in parte dal Comune e prenderà il via entro la fine dell’anno.

Previsti anche importanti lavori di rivalutazione della passeggiata lungomare dal Palazzo del Parco a Sant’Anna. “Il progetto prevede un restyling completo sia della passeggiata a mare, sia della passeggiata dall’altra parte della strada. Il progetto verrà presentato alla comunità e ai giornalisti nelle prossime settimane,” spiega Za Garibaldi.

Il vicesindaco ha parlato anche di turismo e in particolare delle aspettative per l’estate 2019.