Windfestival, sport senza barriere con il progetto Action 4 Amputees

Terza giornata di Windfestival a Diano Marina, il più grande Expo d’Italia dedicato agli action sport di mare e di vento, giunto quest’anno alla sua ottava edizione.

Tra le scuole che partecipano con lezioni dimostrative di sport acquatici, c’è anche Francesco Favettini con il progetto Corri sull’acqua – Windsurf4Amputees. Titolare del ‘2 Sides Watersports Center Porto Pollo’, istruttore 2° livello tavole a vela FIV e istruttore windsurf e SUP VDWS, Favettini fa parte del gruppo di lavoro Paralimpico Sardegna FIV ed è l’ideatore dell’Adaptive Windsurf, il primo progetto al mondo che avvicina i portatori di protesi allo sport del windsurf e recentemente ampliato a tutte le disabilità fisiche.

“Da anni veniamo a Diano Marina”, spiega Favettini ai nostri microfoni – è un’ottima vetrina per far conoscere quello che stiamo facendo. La nostra scuola si trova in Sardegna, facciamo fare windsurf a quasi tutte le disabilità: l’obiettivo è lo stesso, quello che insegnamo è lo stesso, certamente adattato a ogni persona”.

Fin dalla prima edizione il WindFestival ha sostenuto i ragazzi amputati che hanno potuto scegliere fra diverse discipline. Quest’anno sono state inserite in calendario le giornate paralimpiche con esibizioni e gare dedicate agli atleti adaptive in collaborazione con il CIP, Comitato Italiano Paralimpico, Liguria.